COMUNE ADRIA (ROVIGO) Impegno per il bene comune interviene sul reintegro in giunta dell’assessore di Fratelli d’Italia - An: “Unico modo per garantirsi la maggioranza”

"Il caso Furlanetto è un’altra strumentalizzazione. Meritiamo di meglio"

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Dopo il duro intervento del consigliere del Pd Gino Sandro Spinello (LEGGI ARTICOLO), anche Impegno per il bene comune commenta la vicenda del ritorno in giunta della “cacciata” Giorgia Furlanetto (LEGGI ARTICOLO). Secondo il gruppo consigliare il ritorno in giunta dell’assessore sarebbe finalizzato solo a garantirsi la maggioranza. “Sindaco e giunta incapaci e pericolosi. Meritiamo di meglio”



Adria (Ro) – Una riflessione che parte dal “caso Furlanetto” per arrivare a sostenere l’incapacità della giunta Barbujani. Impegno per il bene comune non le manda certo a dire: con una nota scritta commenta il reintegro dell’assessore Giorgia Furlanetto e critica duramente non solo questa vicenda ma l’intera amministrazione nelle mani del sindaco Massimo Barbujani e della sua maggioranza.

“Sul reintegro dell'assessore Giorgia Furlanetto distinguiamo due ragionamenti – spiega il gruppo consigliare – Il primo riguarda il caso Coimpo: noi siamo stati e saremo sempre dalla parte dei cittadini e di chi vuole difendere la verità ed impedire che il nostro territorio paghi ancora in termini ambientali e di salute la volontà di fare interessi di pochi politici ed imprenditori. E' una battaglia importante che ha respiro nazionale e che deve essere portata avanti a tutti i livelli, non solo locale”. 

“E poi c’è l'aspetto politico: abbiamo sottolineato subito l'incoerenza e la strumentalizzazione della scelta del sindaco di togliere le deleghe all'assessore Furlanetto adottando due pesi e due misure. La scelta del sindaco del reintegro dunque ci appare come l'unica possibile per assicurarsi la continuazione della propria amministrazione. Per noi questo sindaco e questa giunta si sono dimostrati ad oggi incapaci e pericolosi nell'affrontare i grandi temi: ospedale e servizi socio sanitari, Csa, borghi autentici e promozione del territorio, Coimpo, Amolaretta, gestione della macchina comunale”. 

“Il duo Barbujani-Simoni non ha dato alcuna programmazione e progettazione politico-amministrativa ad Adria in questi 8 anni, facendola regredire e diventare ultima nel Delta su tantissimi aspetti – conclude Impegno per il bene comune – Non meritiamo tutto questo, e qui la responsabilità è completamente dei consiglieri di maggioranza e delle forze politiche che, pur nei loro distinguo su argomenti specifici, continuano a dare fiducia a questo sindaco”.

13 novembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni