ACCOGLIENZA FIESSO UMBERTIANO (ROVIGO) Giorgio Munerato, docente e consigliere, ha deciso di lasciare dopo le frasi contro di lui che sarebbero apparse su Facebook

"Minacciato per avere difeso i profughi": consigliere si dimette

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe
Nei giorni scorsi, aveva invitato a non perdere il, senso delle proporzioni, nel dibattito che si è scatenato attorno all'arrivo dei profughi a Fiesso Umbertiano (LEGGI ARTICOLO). A non cedere alla paura e a riflettere sui termini reali della situazione. Ora, Giorgio Munerato, consigliere comunale di Fiesso, ha comunicato la propria intenzione di rassegnare le dimissioni, a seguito delle minacce via social che il proprio invito gli avrebbe procurato. Al centro di tutto, come ormai noto, il prospettato arrivo di sei o sette richiedenti asilo in due abiitazioni private del paese (LEGGI ARTICOLO)

Fiesso Umbertiano (Ro) - Ha deciso di lasciare il proprio ruolo di consigliere comunale, con una comunicazione che è già stata protocollata e assunta agli atti del Comune di Fiesso Umbertiano. Giorgio Munerato, docente di filosofia al liceo di Badia Polesine, ritiene che non si possa portare avanti un impegno di questo tipo quando, all'espressione di una legittima opinione, si ricevono per reazioni minacce e intimidazioni.

Al centro di tutto, la vicenda del possibile arrivo di sei o sette profughi in paese, ospitati in due appartamenti di via Chiavichetta il cui proprietario ha comunicato alla Prefettura la disponibilità all'accoglienza, nell'ambito del recente bando che è stato pubblicato. Una novità contro la quale ha preso subito posizione il sindaco Luigia Modonesi.

Da parte sua, Munerato aveva chiesto ai compaesani calma e raziocinio, non lasciandosi andare all'odio ma ragionando sui termini della questione, pensando sia alla situazione globale, ossia alle esigenze che portano queste persone a lasciare il proprio Paese, sia al fatto che si sta parlando di un numero estremamente contenuto di arrivi. Come risultato, avrebbe ricevuto pesanti attacchi, minacce e intimidazioni. Da qui le dimissioni.
13 novembre 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017