POLIZIA AUTOSTRADALE ROVIGO Incredibile episodio portato alla luce dalla polizia autostradale della sottosezione di Rovigo. Il giorno dopo nuovo importante intervento

Camionista 60enne senza patente guidava da 15 ore. Un altro era ubriaco

Animazione estiva Baseball Camp 2018
Due interventi della polizia autostradale, al casello di Rovigo, il 14 e il 16 novembre. Due esempi della professionalità del personale della sottosezione cittadina e che hanno consentito di risolvere due situazioni pericolose

Rovigo - Un mezzo pesante che guidava a zig zag in autostrada fermato dalla polizia autostradale all'altezza di Rovigo Nord. Al volante, un siciliano di 61 anni, fortemente provato da 15 ore al volante, a fronte di un tetto massimo di nove, consentito dalla legge. Avrebbe dovuto proseguire sino al Sud. Aveva patente revocata da due anni a seguito di un grave incidente. Ha incassato 9mila euro di sanzioni e fermo amministrativo del veicolo per tre mesi.

Due giorni dopo un nuovo intervento da parte del personale della sottosezione, altrettanto importante. Anche in questo caso un veicolo procedeva a zig zag sull'autostrada. Il conducente aveva bevuto. Si tratterebbe di un 45enne bulgaro che lavora per una ditta laziale. Secondo le contestazioni gli è stato trovato un livello di alcool nel sangue pari al doppio consentito per gli autisti "normali". Tra l'altro, trattandosi di guidatore professionista, avrebbe dovuto avere un tasso pari a zero. Pare anche che portasse diluenti chimici, quindi sostanze pericolose, senza i dovuti segnali a indicarlo.
18 novembre 2017
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo