RUGBY AZZURRO Conor O’Shea si dichiara frustrato per il risultato con l’Argentina, per Sergio Parisse l’Italia avrebbe meritato il successo 

Conor O’Shea: “La differenza tra noi e loro non è molta”

Conor O'Shea
Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Conor O’Shea: “L’Argentina è una squadra abituata a incontrare squadre come gli All Blacks, l’Australia e il Sudafrica”, basta ed avanza per giustificare gli ultimi dieci minuti in cui i Pumas hanno vinto la resistenza dell’Italia.

Leggi l’articolo su Italia - Argentina 


Firenze - Al termine della sconfitta contro l’Argentina il CT dell’Italrugby Conor O’Shea e il capitano azzurro Sergio Parisse hanno risposto alle domande dei giornalisti presenti durante la conferenza stampa di fine partita.

“Siamo molto frustrati in questo momento per il risultato finale” ha dichiarato il CT azzurro Conor O’Shea: “E’ molto difficile parlare degli ultimi dieci minuti di gara in cui abbiamo perso; fino a  nove dal termine siamo stati in partita. Vincere era difficile e abbiamo fatto uno sforzo enorme durante tutta la partita in fase difensiva per provare a farlo. Credo molto nello spirito di questo gruppo e credo che il risultato finale non rispecchi quello che si è visto in partita. Abbiamo fatto molti progressi, dimostrando che la differenza tra noi e loro non è molta. L’Argentina è una squadra abituata a incontrare squadre come gli All Blacks, l’Australia e il Sudafrica. Ovviamente tutto quello che noi controlliamo è difficile da gestire. Ma le differenze tra loro e noi non sono molte. Ci sono cose che dobbiamo imparare velocemente, perché siamo all’alto livello. Dobbiamo ora dimenticarci del risultato finale per pensare subito alla partita contro il Sudafrica di settimana prossima”.

“E’ stata una partita molto chiusa dove c’è stata tanta indisciplina nel secondo tempo da entrambe le parti. Sono stati bravi loro a rallentare il nostro possesso, quando ci hanno recuperato dei palloni con il loro punto di forza per tenuti a terra” parole del capitano dell’Italrugby Sergio Parisse “E’ difficile oggi per me da capitano analizzare questa partita, in cui i ragazzi hanno messo in campo tanta voglia. Essere il capitano di questo gruppo è un orgoglio e un piacere vedendo come i ragazzi sono scesi in campo. La frustrazione è tanta, ma credo che da prestazioni come questa i ragazzi possano solo che imparare in termini di gestione del risultato. Ma è molto più facile migliorare quello che è la gestione del risultato piuttosto che il carattere, che abbiamo ampiamente dimostrato di avere. Il risultato non è quello che volevamo. Molti ragazzi in squadra hanno preso quotidianamente consapevolezza delle loro forze. Siamo una grande squadra, se vincevamo oggi credo che nessuno avrebbe avuto nulla da dire. Dobbiamo fare i complimenti  però alla squadra che ha vinto, perché abbiamo affrontato un grande gruppo. Il nostro mese di Novembre non è finito, andremo a Padova per fare una grande partita contro i sudafricani.

 

 

 

 

18 novembre 2017




Correlati:

  • Borsari bloccata dal ghiaccio

    RUGBY SERIE B A Mirano il Badia (Rovigo) non riesce a giocare. Manto erboso ridotto ad una lastra di ghiaccio, troppo pericoloso per gli atleti. Match rinviato

  • Neroverdi in vetta alla classifica

    RUGBY SERIE C1 Impresa del Fulvia Tour Villadose che nel finale contro il Bassano si trova a giocare in 12 contro 15. Successo (31-26) che vale l’aggancio in testa

  • Ottimo momento di forma dei galletti

    RUGBY SERIE C2 Il Biscopan Frassinelle (Rovigo) doma i Leoni del Nord Est imponendosi 50-0  

  • Doppio successo dei giovani rossoblù

    RUGBY Vittoria importante per l’Under 18 della FemiCz Rovigo contro il Mogliano (22-16). La Cadetta dilaga contro lo Scaligera Valeggio 64-12

  • Weekend senza soddisfazioni

    RUGBY GIOVANILE Tra rinvii e riposi ha giocato solo l’Under 14 della dell'Andreotti Auto Fulvia Tour Villadose

  • I Bersaglieri dominano senza problemi

    RUGBY CONTINENTAL SHILED La FemiCz Rovigo chiude il discorso con il Centro Desportivo e Universitario de Lisboa in 31’ minuti (45-7). Rossoblù straripanti nelle fasi statiche e in difesa

  • Zero turnover per Calvisano

    RUGBY CONTINENTAL SHIELD Soddisfatti, ma consapevoli che nelle prossime due settimane sarà durissima. La FemiCz Rovigo si gode il successo di coppa pensando a Calvisano e Petrarca Padova in campionato 

Bancadria 730x90 esclusiva