RUGBY AZZURRO Conor O’Shea si dichiara frustrato per il risultato con l’Argentina, per Sergio Parisse l’Italia avrebbe meritato il successo 

Conor O’Shea: “La differenza tra noi e loro non è molta”

Conor O'Shea
Animazione estiva Baseball Camp 2018

Conor O’Shea: “L’Argentina è una squadra abituata a incontrare squadre come gli All Blacks, l’Australia e il Sudafrica”, basta ed avanza per giustificare gli ultimi dieci minuti in cui i Pumas hanno vinto la resistenza dell’Italia.

Leggi l’articolo su Italia - Argentina 


Firenze - Al termine della sconfitta contro l’Argentina il CT dell’Italrugby Conor O’Shea e il capitano azzurro Sergio Parisse hanno risposto alle domande dei giornalisti presenti durante la conferenza stampa di fine partita.

“Siamo molto frustrati in questo momento per il risultato finale” ha dichiarato il CT azzurro Conor O’Shea: “E’ molto difficile parlare degli ultimi dieci minuti di gara in cui abbiamo perso; fino a  nove dal termine siamo stati in partita. Vincere era difficile e abbiamo fatto uno sforzo enorme durante tutta la partita in fase difensiva per provare a farlo. Credo molto nello spirito di questo gruppo e credo che il risultato finale non rispecchi quello che si è visto in partita. Abbiamo fatto molti progressi, dimostrando che la differenza tra noi e loro non è molta. L’Argentina è una squadra abituata a incontrare squadre come gli All Blacks, l’Australia e il Sudafrica. Ovviamente tutto quello che noi controlliamo è difficile da gestire. Ma le differenze tra loro e noi non sono molte. Ci sono cose che dobbiamo imparare velocemente, perché siamo all’alto livello. Dobbiamo ora dimenticarci del risultato finale per pensare subito alla partita contro il Sudafrica di settimana prossima”.

“E’ stata una partita molto chiusa dove c’è stata tanta indisciplina nel secondo tempo da entrambe le parti. Sono stati bravi loro a rallentare il nostro possesso, quando ci hanno recuperato dei palloni con il loro punto di forza per tenuti a terra” parole del capitano dell’Italrugby Sergio Parisse “E’ difficile oggi per me da capitano analizzare questa partita, in cui i ragazzi hanno messo in campo tanta voglia. Essere il capitano di questo gruppo è un orgoglio e un piacere vedendo come i ragazzi sono scesi in campo. La frustrazione è tanta, ma credo che da prestazioni come questa i ragazzi possano solo che imparare in termini di gestione del risultato. Ma è molto più facile migliorare quello che è la gestione del risultato piuttosto che il carattere, che abbiamo ampiamente dimostrato di avere. Il risultato non è quello che volevamo. Molti ragazzi in squadra hanno preso quotidianamente consapevolezza delle loro forze. Siamo una grande squadra, se vincevamo oggi credo che nessuno avrebbe avuto nulla da dire. Dobbiamo fare i complimenti  però alla squadra che ha vinto, perché abbiamo affrontato un grande gruppo. Il nostro mese di Novembre non è finito, andremo a Padova per fare una grande partita contro i sudafricani.

 

 

 

 

18 novembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Vittoria rossoblù, domenica prossima match decisivo 

    RUGBY UNDER 18 Bel successo dell’Elite della FemiCz Rovigo che a Viadana vince 10-45 senza troppi problemi. Il Valsugana continua a correre e mantiene cinque punti di vantaggio sui polesani  

  • Brillante terzo posto

    RUGBY A SETTE L’Italseven dei nei rossoblù Antl e Vian, e con Massimo Cioffi già da un anno alla FemiCz Rovigo, sale sul podio di Mosca nella tappa del Grand Prix 7s

  • Famiglia di talenti

    RUGBY ROVIGO Alberto Moscardi nel 1988 c’era, e quella finale l’ha vinta. Trent’anni dopo, l’1 giugno, ci si ritroverà assieme a festeggiare in piazza

  • Petrarca Padova campione d’Italia

    RUGBY ECCELLENZA Il Petrarca Padova ha vinto la finale scudetto battendo il Calvisano 19-11. La squadra di Brunello ha dovuto fare i conti con le molte assenze

  • L’Italseven di Cioffi vola ai quarti 

    RUGBY A SETTE La Nazionale Italiana impegnata a Mosca passa il turno da seconda del girone. In campo anche un po’ di FemiCz Rovigo 

  • Un ringraziamento doveroso 

    RUGBY Numeri importanti per il Frassinelle (Rovigo) che senza i volontari non potrebbe gestire tutto il movimento

  • Per la prima volta in Polesine grazie al Panathlon

    RUGBY IN CARROZZINA Presentazione a Palazzo Celio, sede della Provincia, del test match tra i Dogi e la selezione francese Tolone, Mantpellier e Tolosa

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento