SALUTE ROVIGO Si conclude l’Ottobre rosa 2017, con un bilancio più che positivo per la presidente Andos Anna Maria Cavallari Monesi

Quando il volontariato fa davvero bene

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Tra convegni, visite gratuite e camminate in rosa l’Ottobre rosa 2017 con il progetto “Donne… il seno di poi” è stato un autentico successo per Andos che è già pronta a nuove iniziative 



Rovigo - Chiude l’Ottobre rosa 2017, ma il lavoro di medici e volontari dell’Associazione non si ferma. Già dalla prossima settimana infatti si avvieranno i contatti con i Comuni che non sono rientrati in questa prima parte del progetto “Donne… il seno di poi” che si apre appunto con l’ottobre Rosa. 

 

Il bilancio non può che essere positivo: “Il mese appena concluso è stato un mese intenso di lavoro e denso di emozioni. - commenta Anna Maria Cavallari Monesi, presidente Andos - Tantissimi gli specialisti che hanno prestato la loro opera e tanti i volontari e le volontarie che hanno lavorato per la buona riuscita delle varie iniziative”.

Tutto è iniziato il 30 settembre con il Enzo Facci, direttore struttura complessa chirurgia generale Ulss 5 Polesana, e la sua lectio magistralis “La patologia della mammella ieri e oggi” che ha incantato il numeroso pubblico della cerimonia di inaugurazione. Si sono succeduti 16 convegni e sono stati allestiti 19 ambulatori per le visite senologiche gratuite in altrettanti Comuni, grazie all'instancabile lavoro dei medici specialisti affiancati dalle instancabili e preziose volontarie che si sono occupate dell'accoglienza, testimonianza silenziosa e positiva del superamento della malattia, e grazie anche alla collaborazione con strutture sanitarie pubbliche e private, e più di 500 donne visitate.

Ai convegni ed alle visite quest’anno si sono aggiunte le “camminate in rosa”, organizzate dai Comuni di Calto e Castelguglielmo, che hanno registrato un vero “boom” di adesioni, e i due eventi “Il Pane della Vita” organizzato con il Cna e la “Vista, un bene prezioso” organizzato con Ottica Tenani.

Ad accompagnare l’associazione quest’anno anche lo Iov di Padova e la Rete oncologica veneta. E’ stato proprio il professor Conte, coordinatore tecnico scientifico della Rov, a chiudere i lavori con una lettura magistrale su “La rete oncologica veneta: prevenzione e cura” in una sala della Gran Guardia.

18 novembre 2017




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017