AMBIENTE POLESINE ROVIGO La consigliere regionale del M5s Patrizia Bartelle interviene sulla questione del materiale depositatosi sotto al ponte del Po a Corbola

L’isolotto doveva già essere rimosso, “che fine hanno fatto i soldi?”

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni

Lavori assegnati ma mai eseguiti, dove sono finite le risorse? Questa la domanda che si pone Patrizia Bartelle, consigliere regionale del M5s, a seguito della interrogazione formulata da Layla Marangoni sul rischio di sicurezza idraulica provocato dall’isolotto naturale che si è formato sotto il ponte del Po a Corbola



Corbola (Ro) - Ritorna alla ribalta della cronaca la questione del rischio di sicurezza idraulica provocato dall’isolotto naturale che si è formato sotto il ponte del Po a Corbola (LEGGI ARTICOLO).

“Stiamo parlando di una massa di materiale litoide di dimensioni considerevoli formatasi nell’alveo del fiume Po, la cui rimozione era stata assegnata alla ditta Cipo (consorzio imprese Po) nel settembre del 2015 per evitare delle possibili esondazioni di acqua in caso di piena del fiume” esordisce la consigliere regionale polesana del M5s Patrizia Bartelle ritornando sul tema dopo l’interrogazione presentata dalla consigliere di Taglio di Po Layla Marangoni e tenendo presente le preoccupazioni espresse a suo tempo dal sindaco di Adria Massimo Barbujani.

“I lavori di rimozione dell’isolotto sembra non siano mai stati effettuati e il rischio di sicurezza idraulica rimane. - aggiunge - Una situazione per la quale non ho mai ricevuto risposta dalla giunta Zaia in seguito alla mia interrogazione depositata il 19 ottobre del 2016”.

La presenza sempre più in aumento del materiale sull’alveo del fiume secondo Bartelle rappresenta un costante ostacolo al normale deflusso delle acque del Po oltre che un potenziale pericolo di verificazione di fenomeni alluvionali soprattutto in vista della stagione fredda durante la quale le piogge sono più frequenti ed intense e l'afflusso di acque fluviali è maggiore. “A questo punto la domanda sorge spontanea - conclude la Bartelle - ma se non sono stati fatti i lavori, che fine hanno fatto i soldi destinati per la sicurezza del nostro territorio?”.

28 novembre 2017




Correlati:

Bancadria 730x90 Cna Rovigo