SPORT E LAVORI PUBBLICI PORTO TOLLE (ROVIGO) Il Comune accoglie le istanze della frazione e dà mandato agli uffici di mettersi al lavoro per il progetto del campo sportivo

Il campo si farà: Donzella urla di gioia

Bancadria 730x90 Cna Rovigo

Alla fine, le richieste che arrivavano dalla frazione di Donzella, in particolare dal Comitato promotore dell’iniziativa popolare per il completamento del campo di Donzella, hanno fatto breccia nell'amministrazione comunale



Porto Tolle (Ro) - "Con riferimento alla vostra recente istanza, supportata dalle sottoscrizioni di numerosi concittadini, con la quale si auspicava la realizzazione di un campo sportivo a Donzella, con la presente siamo a comunicare il nostro apprezzamento per l'iniziativa. L'amministrazione comunale è giunta alla determinazione di incaricare pertanto l'ufficio tecnico comunale di predisporre un progetto preliminare per verificare la fattibilità dell'impianto sportivo". 

Una comunicazione attesa e graditissima, che porta la firma del sindaco del Comune di Porto Tolle Claudio Bellan e dell'assessore allo Sport Vilfrido Gilberto Siviero. E' arrivata mercoledì 29 novembre dopo quasi 90 giorni dalla richiesta del Comitato promotore dell’iniziativa popolare per il completamento del campo di Donzella e dopo vari incontri tra gli stessi e il sindaco.

E' la tanto attesa risposta scritta da parte dell'amministrazione comunale, che ha espresso la propria volontà politica di verificare la fattibilità dell'impianto riconoscendo le giuste motivazioni e il grande consenso, espresso da quasi l'intera frazione. Una risposta molto positiva per i promotori considerata l'apertura a loro favore del sindaco e degli altri membri della giunta comunale, che hanno apprezzato la loro idea ritenendola utile e preziosa per l'intera comunità portotollese, per il mondo sportivo amatoriale e per quello giovanile.

"Finalmente - dichiarano i promotori dell’iniziativa - verrà fatto un progetto preliminare del campo e lo studio di fattibilità dello stesso, cosa mai successa prima, dove verranno riportati a seguito di studi e pareri da parte degli enti interessati, anche tutti i costi per eseguirlo e permesso all'amministrazione comunale di valutare l’impegno economico, dove trovare i fondi e partecipare a bandi regionali e nazionali che annualmente vengono proposti specificatamente per questi tipi di interventi".

"L’esecuzione di uno studio di fattibilità da parte del Comune è un impegno ben preciso e chiaro da parte della giunta comunale a trovare una soluzione e la prima ma indispensabile cosa da fare per iniziare il percorso. Di sicuro - aggiungono i promotori - noi non staremo a guardare in questo periodo, cercheremo di essere partecipi e di controllare con rispetto e gentilezza che tutto proceda in tempi certi e sicuri e che l'impegno venga mantenuto. E' nel nostro Dna e lo abbiamo dimostrato in questi mesi: non molleremo di un centimetro, in quanto Donzella è una delle poche frazioni del Comune di Porto Tolle priva di un impianto sportivo adeguato alle realtà calcistiche esistenti da oltre 30 anni, come lo è l’Ac Donzella che da sempre gioca e si allena su campi dati loro in prestito o non adeguati senza servizi e dalle ridotte dimensioni. Inoltre,  abbiamo una scuola elementare con 81 bambini sprovvista di palestra idonea".

"Crediamo che lo sport sia fondamentale per la crescita e migliorare culturalmente la qualità dei nostri giovani in prospettive future. Da qui i nostri più sinceri ringraziamenti per questo importante obiettivo a tutti i cittadini che hanno firmato la petizione in paese dimostrando grande intelligenze e sensibilità. Inoltre il ringraziamento va alle associazioni e società che hanno sostenuto con convinzione questa richiesta ed un ringraziamento particolare va a Don Fabrizio Fornaro e al vescovo Adriano Tessarollo. Per l’amministrazione, riteniamo, è una grande occasione per dare non solo una risposta positiva ad una richiesta legittima e sacrosanta, ma può contribuire se ben governata ad un modo per avvicinare i giovani alla politica agli enti locali e a combattere quella disaffezione che cresce tra il mondo dei giovani e degli adulti".

30 novembre 2017




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni