IL CASO A TRECENTA (ROVIGO) Il sindaco Antonio Laruccia interviene per spiegare i motivi del taglio della pianta, dopo la richiesta della minoranza in consiglio comunale

"Nessun giallo: era stato chiesto l'abbattimento"

Cooking Chef Academy 730x90

La questione era stata oggetto anche di un intervento della minoranza in consiglio comunale a Trecenta (LEGGI ARTICOLO), dopo l'abbattimento di un albero a Trecenta (LEGGI ARTICOLO). Ora, a fare chiarezza, interviene il sindaco Antonio Laruccia



Trecenta (Ro) - "La consigliera di minoranza Panziera Paola ha chiesto atti e documenti al Comune per il taglio dei pioppi in via Fratelli Bandiera a Trecenta. Gli uffici preposti, nei tempi previsti forniranno le dovute risposte. Resto sbalordito sulla risonanza data al fatto su giornali e sul Web, senza che l'interessata ne abbia chiesto  notizie in Comune". Comincia così la replica del sindaco Antonio Laruccia, che interviene su una vicenda che, in effetti, sta avendo ampia risonanza sul web.

"L'aria delle elezioni - pungola il primo cittadino - nonostante manchino mesi, si fa sentire e hanno tanto bisogno di visibilità. I pioppi erano tre, (quindi non un albero secolare ma come si usa dire a Trecenta 'tri ributtun') rigermogliati su una sola ceppa e non uno come dichiarato dall'interessata; paradossale la cosa  in quanto, la verifica è stata effettuata dal signor  Brusco, marito della Panziera, nella stessa mattinata del taglio".

"Erano collocati a circa 8 metri dall'abitazione di una famiglia residente che ha presentato richiesta formale di taglio per il pericolo di caduta degli stessi, avendo rilevato che in presenza di forte vento il pioppo più grande si inclinava pericolosamente verso la propria abitazione e che sin dai lavori stradali (con il  taglio di molte radici) eseguiti in  anni precedenti per l'accesso al palazzetto dello sport, ne aspettavano l'abbattimento; peraltro, da una ricognizione effettuata sulle piante, il pioppo più alto era privo di fogliame all'interno con superfici secche".

"Considerata l'altezza del 'ributton' principale - prosegue il sindaco - era necessario chiamare una ditta specializzata con gru e naturalmente con un forte onere per il Comune; tenuto conto che il signor M.N. di Trecenta, abilitato al taglio di piante con certificazione della Protezione Civile, aveva dato la propria disponibilità a titolo di volontariato, lo stesso  con il supporto degli operatori esterni, ha eseguito il taglio. Nei giorni precedenti l'Ufficio Tecnico ne aveva informato il comando della forestale di Trecenta".

"Avvenuto il taglio si è potuto verificare che la ceppa presentava parti secche all'interno e quindi destinato nel tempo a cadere".

5 dicembre 2017
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018