PESCA ROVIGO Consegnati nella serata di mercoledì 6 dicembre, nella sala consigliare di Palazzo Celio, alla presenza del presidente della Provincia Marco Trombini, i decreti di nomina a 16 nuove guardie giurate volontarie

Ecco le sentinelle dei fiumi: vita dura ora per i predoni

Bancadria 730x90 Cna Rovigo

Presentazione ufficiale delle nuove guardie giurate volontarie in materia di pesca: sono 16 i volontari che hanno superato tutte le prove del corso e che presidieranno il nostro territorio contro i predoni dei fiumi


Rovigo – Sempre più difficile praticare la pesca di frodo tra le acque dei nostri fiumi: ecco altre 16 guardie che presidieranno il territorio per tenere alla larga i predoni. Consegnati nella serata di mercoledì 6 dicembre dal presidente della Provincia Marco Trombini i decreti di nomina a 16 guardie giurate volontarie in materia di pesca.  

Dopo 21 ore di lezione svolte tra marzo e maggio sulla legislazione nazionale e regionale, sulla normativa provinciale, sul procedimento sanzionatorio amministrativo e sugli elementi di diritto penale e procedura penale, dei 30 iscritti al corso, in 21 sono stati ammessi alla prova scritta di giugno e quelle orali di luglio e agosto. Hanno superato l'esame con un punteggio complessivo minimo di 60 su 100: Luca Andreotti, Andrea Canetti, Andrea Colla, Denny Covezzi, Enrico Descrovi, Stefano Mancin, Nicola Masieri, Mario Milani, Andrea Mocchi, Alessandro Pagliarini, Massimo Pregnolato, Filiberto Raisi, Marco Visentini, Luca Zanettin, Michele Zanotti e Mauro Zilli.

Il corso per aspiranti guardie giurate volontarie in materia di pesca è stato realizzato in collaborazione con la Fipsas, federazione italiana pesca sportiva di Rovigo che ha messo a disposizione tra l'altro anche alcuni docenti, mentre per altri si è ricorso al personale interno della Provincia.

 

6 dicembre 2017




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe