IL CASO A ROVIGO Le seguono mentre portano i bimbi in giro, poi scattano le razzie sulle auto. Allarme nei posteggi di scuole, centri sportivi, supermercati e luoghi pubblici. Il racconto di una di loro

Ladri a caccia delle mamme: "10 colpi al giorno"

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni

"La polizia mi ha detto che ci sono siano a 10 furti di questo tipo al giorno". E' il racconto di una mamma che ha subito, in Città Giardino a Rovigo, il danneggiamento dell'auto e il furto della borsa lasciata su questa. Uno dei numerosi casi accaduti nei giorni scorsi (LEGGI ARTICOLO)


 

Rovigo - "Ci osservano, ci seguono, sono velocissimi. Ci sono sino a 10 furti al giorno". E' una mamma, vittima di un furto lampo ai danni della sua auto, a lanciare l'allarme, spiegando che il fenomeno sarebbe molto più esteso di quanto si possa pensare. In Città Giardino, i ladri le hanno spaccato il finestrino dell'auto mentre non c'era. Poi hanno preso la borsa da sotto il sedile, con all'interno pochi contanti, ma anche i documenti. Un ammanco fastidioso da subire, soprattutto perché al valore della refurtiva si aggiunge il danno rappresentato dalla rottura del cristallo.

Una disavventura che non è toccata, in questo periodo solo a lei. "La polizia - prosegue il racconto della mamma - mi ha detto che normalmente arrivano 10 denunce al giorno per furti all'interno delle auto! I furti riguardano principalmente noi donne, avvengono difronte alle scuole, palestre, piscine, quando portiamo i bimbi a fare attività sportiva e pensiamo di lasciare la borsa in macchina perché facciamo presto". E' un errore molto comune, sul quale lucrano, però, ladri che si dedicano proprio alla commissione, in maniera seriale, di furti di questo tipo. Persone che tengono d'occhio posteggi e luoghi di aggregazione, aspettando che si manifesti una occasione per entrare in azione.

"Il problema - conferma la mamma - è che sono lì, ci osservano e sono velocissimi. Attenzione ai centri commerciali".

 

 

6 dicembre 2017




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017