IL CASO AD ADRIA (ROVIGO) Viene contestato un trucco ingegnoso, smascherato però dal personale dell'ipemercato, che ha chiesto l'intervento delle forze dell'ordine

"Ex vigile urbano rubava nelle ceste di Natale". Scatta l'intervento

Fondazione Cariparo Culturalmente
Un sistema ingegnoso, quello che avrebbe usato, secondo le contestazioni, un ex vigile urbano, non di Adria, in pensione, per rubare merce, assieme alla moglie, al centro commerciale Il Porto, nel capoluogo del Bassopolesine. Ossia, aggiugere alle ceste natalizie preconfenzionate, che venivano pagate regolarmente, merce che, in realtà, non era compresa nel prezzo. In parole povere, secondo questa ricostruzione, veniva indebitamente "arricchito" un prodotto a prezzo fisso, in maniera da realizzare un guadagno non lecito

Adria (Ro) - Un meccanismo illecito per rendere più ricche le ceste di Natale: questo quello che sarebbe contestato, all'esito dell'intervento delle forze dell'ordine, a un ex vigile urbano, non di Adria, che assieme alla moglie sarebbe stato individuato dal personale del supermercato interno al centro commerciale Il Porto mentre metteva in atto queso escamotage.

L'uomo, pensionato, assieme alla moglie in pratica avrebbe inserito nelle ceste preconfezionate articoli che non erano comprese in queste, nella speranza probabilmente che il tutto passasse inosservato. Le sue manovre, però, sarebbero state notate dal personale dell'esercizio commerciale, che ha richiesto l'intervento delle forze dell'ordine.
13 dicembre 2017




Correlati:

Bancadria 730x90 Cna Rovigo