TENNIS ROVIGO Il Circolo cittadino si è dato appuntamento a Lama Polesine per la consueta cena di fine anno

Molti i riconoscimenti nel corso della partecipata serata

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo

La serata è stata l’occasione per fare un consuntivo dell’anno 2017 ormai alla conclusione, un anno molto impegnativo per il Circolo Tennis che ha visto la nomina di un nuovo presidente (Andrea Rossi) nominato dopo  una quasi ventennale dedizione e presenza dell’ex presidente Gianfranco Piombo


Lama Polesine (Ro) - Sabato 16 dicembre una serata di festa al Circolo Tennis Rovigo con la cena sociale 2017, ospitata dalla Tenuta Cartirago di Lama Polesine. E’ stata l’occasione per soci, loro famigliari e allievi della scuola tennis per incontrarsi e scambiarsi gli auguri per le imminenti festività natalizie. 

Particolarmente gradita è stata la presenza dei partecipanti al torneo benefico svolto nei mesi di novembre e dicembre che ha visto coinvolti 90 giocatori tutti a sostegno di due importanti iniziative: Telethon (ricerca sulle malattie genetiche) e Rifugio Città degli Angeli (assistenza e cura dei cani randagi). Le quote raccolte sono state consegnate ufficialmente nel corso della cena a Paolo Avezzù e Marilena Truppo, rispettivi rappresentanti delle associazioni benefiche oggetto del torneo.

La serata è stata l’occasione per fare un consuntivo dell’anno 2017 ormai alla conclusione, un anno molto impegnativo per il Circolo Tennis che ha visto la nomina di un nuovo presidente (Andrea Rossi) nominato dopo  una quasi ventennale dedizione e presenza dell’ex presidente Gianfranco Piombo (confermato vice presidente regionale FIT), ricordato e premiato dal nuovo presidente nel corso della serata, con una targa che ha assunto il significato dei ringraziamenti da parte di tutti gli appassionati di tennis e un passaggio di consegne al nuovo eletto. Molti i riconoscimenti nel corso della partecipata serata, si sono festeggiati i giovani che frequentano la scuola tennis, gli atleti che hanno portato la formazione maschile alla promozione in serie D1 (quella successiva è la serie C nazionale) e gli atleti delle formazioni femminili e maschili che hanno tutte partecipato ai PlayOff, dopo aver passato la prima fase eliminatoria, ma senza riuscire a qualificarsi per il salto di categoria. 

Un particolare momento di ringraziamento è stato dedicato ai maestri federali che constano la sezione più rinomata del circolo. Sono stati ringraziati Nicola Martinolli (Maestro Nazionale), Massimo Callegaro (già Maestro e prossimo al conseguimento del titolo di Tecnico Nazionale) e Andrea Rossi (Istruttore di Secondo Grado), queste pregiate presenze, insieme al preparatore atletico Marco Gregnanin, rendono possibile al circolo tennis di garantire un insegnamento di alto profilo, ponendolo come il più titolato in provincia di Rovigo (livello Standard School Fit, classificata al 200° posto su 2.100 in tutta Italia).

Molte le presenze di spicco intervenute alla serata, l’assessore regionale Cristiano Corazzari che ha ricordato l’importanza e i numeri dei praticanti dello sport in Veneto. Il delegato Coni provinciale Lucio Taschin che ha ribadito l’importanza di coinvolgere i giovani nelle attività sportive. Il delegato Fit provinciale Massimo Borgato, di casa al circolo tennis e l’assessore comunale allo sport Luigi Paulon da sempre vicino al circolo cittadino. Tutte queste presenze hanno ribadito la loro stima per l’attività svolta in viale Tre Martiri e l’impegno profuso nel portare manifestazioni sportive che fanno bene alla città di Rovigo, l’ultima il torneo Città delle Rose (torneo open maschile che abitualmente si svolge a fine agosto) che ha visto la partecipazione nell’ultima edizione anche di molti nomi noti del tennis nazionale, alcuni dei quali sono stati protagonisti nelle finali a squadre di serie A, svoltesi ad inizio dicembre a Foligno. Ora il sogno è quello di portare un torneo nazionale con un montepremi di 10.000 Euro che attirerebbe molti big player, anche stranieri.

La grande partecipazione alla Cena Sociale è stata la conferma del rinnovato “spirito di appartenenza”, sentimento che alla fine ha accumunato tutte le componenti del circolo: i soci e i giovani.

 

 

 

18 dicembre 2017
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

  • Il traffico che aiuta il commercio 

    SHOPPING ROVIGO La rivitalizzazione dei negozi in cento storico sembra essere collegata all’apertura delle strade di collegamento. Una ipotesi per dare slancio a via Badaloni sarebbe quella di poter aprire via Trento

  • Gestione Pro Loco città di Rovigo, Aretusini chiede il commissariamento 

    COMUNE ROVIGO La nomina di due consiglieri da parte di Palazzo Nodari riporta alla luce un problema irrisolto: l’associazione strategica per le attività della città “non avrebbe tutte le carte a posto”

  • Senza impianti efficienti impossibile fare sport

    CONI ROVIGO Sabato il primo appuntamento con la formazione a cinque cerchi. Sul tavolo il delicato tema dell’impiantistica sportiva. un’occasione da non perdere soprattutto per sindaci e assessori

  • Centrato l’obiettivo al primo colpo

    TENNIS UISP FERRARA Il Tc Gaiba (Rovigo) ha vinto il campionato imponendosi al al tie-break del terzo set del doppio sullo Sporting Club Estense

  • Presidente del consiglio presente per dovere in aula

    MAGGIORANZA ASSENTE IN CONSIGLIO COMUNALE ROVIGO Frattura in Forza Italia: l’unico a disattendere le direttive è stato Giacomo Sguotti; Paolo Avezzù sottolinea come il suo ruolo gli imponesse di esserci. Gli azzurri sono ancora senza due assessori di cui

  • Un canto di amicizia per la vita

    CULTURA ROVIGO Presentato il libro di Don Francesco Murana “Il ritorno di Elia” al centro commerciale La Fattoria nell’ambito del ciclo Incontri con l’autore

  • L'esordio assoluto è stata una netta vittoria

    TENNIS BADIA POLESINE (ROVIGO) Cresce il settore giovanile dell’Academy altopolesana che ad Adria s’impone alla grande 

Animazione estiva Baseball Camp 2018