RITROVO LUSIA (ROVIGO) Sorelle, figli, nipoti, pronipoti e figli di questi, quattro generazioni dei Mingardo, originari di Barbona, si sono date appuntamento a Ca’ Zen domenica 17 dicembre

Sono più di 80 alla riunione di famiglia 

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Mingardo day a Ca’ Zen di Lusia. Quattro generazione di una famiglia piuttosto numerosa hanno condiviso una giornata di affetto, ricordi ed emozioni 



Lusia (Ro) - Riunione di famiglia piuttosto affollata quella dei Mingardo con oltre 80 partecipanti. Domenica 17 dicembre ad un noto ristorante di Ca’ Zen si è ritrovata una buona parte dei discendenti della famiglia che fu di Luigi Mingardo e Diletta Trivellato, una coppia che sì formò nel 1920 e visse a Barbona, un comune della bassapadovana ma che all’epoca faceva logisticamente riferimento a Lusia. 

Attorno allo stesso tavolo c'erano quattro generazioni: le figlie dei capostipiti rimaste in vita di 12 fratelli che erano, i nipoti, i pronipoti e figli dei pronipoti.

Una riunione battezzata al penultimo incontro di due anni fa 'Mingardo day'. Un modo forte per tenere insieme i ricordi e gli affetti di una famiglia che ha trascorso parecchie peripezie e vissuto diversi lutti. Raffaella, figlia di Luigi e Diletta, oggi 72enne, ha detto alla sua grande famiglia: “Una giornata speciale ed indimenticabile. Attraverso il volto dei presenti ho rivisto il volto anche degli assenti, che da lassù avranno gioito con noi”.

21 dicembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Deltablues 2018