VOLONTARIATO ADRIA (ROVIGO) La donazione al reparto di Pediatria dell'ospedale di Adria fatta dal motoclub Fiamma Centaura, che riunisce carabinieri e appartenenti alle forze dell'ordine

Dai biker, un salvavita per i bimbi

Bancadria 730x90 Cna Rovigo

Una tradizione che si rinnova, quella della donazione fatta dal Motoclub Fiamma Centaura alle strutture sanitarie dell'ospedale di Adria, per la cura e la tutela dei piccoli pazienti



Adria (Ro) - L'Associazione Motoclub Fiamma Centaura Onlus di Adria, Motoclub degli appartenenti all'Arma dei carabinieri e forze armate, in servizio, congedo e simpatizzanti, chiude l'attività annuale grazie al supporto della Fondazione-Kappa, con una donazione al reparto pediatrico dell'Ospedale  "Santa Maria degli Angeli" di Adria, di un capnografo.

 

Alla consegna avvenuta nel Reparto il 20 dicembre erano presenti: il primario Simone Rugolotto, il direttore sanitario Edgardo Contato, il dottor Roberto Mattei, le coordinatrici infermieristiche Sara Gasparetto e e Lorella Crepaldi, il presidente del Motoclub Francesco Spaterna, la segretaria della Fondazione-Kappa Barbara Bergamini e la collega Vania Giribuola, personale medico ed infermieristico del reparto e iscritti del Motoclub.

 

Il primario del Reparto ha spiegato l'utilizzo della macchina, uno strumento che permette il monitoraggio della respirazione del bambino evitando prelievi ematochimici talvolta in arteria. E' uno strumento presente di solito in Terapie intensive pediatriche o pediatrie di Ospedali Hub, quindi all'avanguardia.

 

Il direttore sanitario dell'Ulss 5 Polesana ha fatto presente che "questo strumento è un grande passo per il Reparto e che essendo presente al solo Ospedale di Adria porta questa struttura ad un livello eccelso come molti altri servizi attivati per un vastissimo bacino di utenze, che va da Scardovari a Rosolina Mare, al basso Veneziano come all'alto Ferrarese, sempre a disposizione della cittadinanza".

 

La fondazione-Kappa ha donato al Motoclub la somma per l'acquisto della macchina grazie anche ad un contributo dei dipendendi dell’Adriatica Spa rapresentati da Daniele Albertin, in memoria dell'amministratore e Fondatore dell’azienda stessa Anacleto Mainardi venuto a mancare nel 2016.

22 dicembre 2017




Correlati:

Fondazione Cariparo Culturalmente