CONSIGLIO COMUNALE ADRIA (ROVIGO) L’opposizione di Ibc e Siamo Adria invita i consiglieri di maggioranza Daniele Ceccarello, Luca Azzano Cantarutti, Barnaba Busatto e Giorgia Furlanetto ad essere coerenti e concretizzare la loro volontà in un gesto politi

La sfida: “Adesso per coerenza i quattro presentino una mozione di sfiducia"

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

"La situazione rappresentata dai quattro consiglieri di maggioranza necessita che il consiglio comunale sia investito della responsabilità di rischiare una rottura”. Omar Barbierato e Roberta Marangoni (Ibd e Siamo Adria) invitano a Daniele Ceccarello, Luca Azzano Cantarutti, Barnaba Busatto e Giorgia Furlanetto a presentare una mozione di sfiducia nei confronti di Federico Simoni



Adria (Ro) - Ibc e Siamo Adria invitano i consiglieri di maggioranza che hanno chiesto le dimissioni di Simoni ad "essere coerenti e conseguenti", presentando nel prossimo consiglio comunale una mozione di sfiducia nei confronti del vicesindaco. Dopo la richiesta da parte di Daniele Ceccarello, Luca Azzano Cantarutti, Barnaba Busatto e Giorgia Furlanetto al sindaco Barbujani di togliere la delega di vicesindaco a Federico Simoni per “incompatibilità” politica tra la maggioranza del Comune di Adria e l’esponente di Forza Italia che "non rappresenta il nostro modo di fare politica” come hanno dichiarato in conferenza stampa (LEGGI ARTICOLO).

"Solo in questo modo la volontà da loro espressa assumerà una reale valenza politica, consentendo di verificare se Simoni ha i numeri per continuare a svolgere la sua funzione” proseguono gli esponenti di opposizione. "La semplice richiesta di dimissioni non è proporzionale alla gravità della situazione da loro stessi rappresentata". Ibc e Siamo Adria ritengono che non investire il consiglio di questa responsabilità rischia di trasformare una scelta di rottura dignitosa in una posizione pericolosamente irrisolta.

"Noi saremo pronti a fare la nostra parte, nel rispetto dei cittadini che ci hanno votato. Vediamo chi saprà e chi vorrà fare altrettanto".

5 gennaio 2018




Correlati:

  • E’ ufficiale: la Coimpo è fallita

    IL CASO AD ADRIA (ROVIGO) L’ufficialità è arrivata lunedì 22 gennaio, come curatore nominato Riccardo Bergamo. Ora arrivare a una decisione sulla bonifica potrebbe essere più difficile, o comunque richiedere più tempo

  • Ibc: "Per la bonifica serve l'aiuto della Regione"

    CASO COIMPO ADRIA (ROVIGO) A lanciare l'appello, Impegno per il Bene Comune. Intanto, Liberi e Uguali organizza un incontro per parlare della questione

  • L'allarme si allarga a numerosi altri Comuni

    CASO COIMPO ANCHE A PETTORAZZA (ROVIGO) Il primo cittadino Gianluca Bernardinello annuncia la convocazione per il 1° febbraio, saranno tanti i sindaci presenti: Adria, Pettorazza Grimani, Villadose, San Martino di Venezze, Papozze, Ceregnano e Gavello

  • "C'era chi remava contro l'amministrazione"

    CASO COIMPO ADRIA (ROVIGO) Anche il segretario cittadino del Pd Federico Cuberli offre la sua lettura dell'arroventato consigli comunale dello scorso 17 gennaio

  • "In consiglio comunale ignorate le nostre interrogazioni"

    CASO COIMPO ADRIA (ROVIGO) Impegno per il Bene Comune e SiamoAdria attaccano, dopo l'ultimo consiglio comunale. E volano accuse

  • Arriva Simoni e a Ca' Emo si bloccano i lavori

    SCANDALO COIMPO ADRIA (ROVIGO) Le opere di compensazione ambientale per 125mila euro non vengono richieste durante le giunte Bobo-bis e Bobo-ter. Giorgia Furlanetto solleva il dubbio che la cosa dipenda direttamente dal vice Federico Simoni

  • A breve potrebbero spuntare altri indagati

    CASO COIMPO ADRIA (ROVIGO) Ennesimo colpo di scena: ci sono vari nomi "in attesa". I carabinieri attribuiscono loro ipotesi di reato, ora si deve capire da quale procura saranno "gestiti"

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017