SERVIZI TAGLIO DI PO (ROVIGO) L'associazione Officine sociali, presieduta da Marinella Mantovani, annuncia l'apertura di un secondo centro sollievo, dopo quello di Ariano

Lotta contro l’Alzheimer, la speranza può davvero raddoppiare

Deltablues 2018

Una notizia di una importanza fondamentale, per tante famiglie del Bassopolesine: è aperto un secondo centro sollievo per le persone sofferenti di Alzheimer, dopo quello di Ariano nel Polesine



Taglio di Po (Ro) - “Non è facile convincere le persone a entrare al centro sollievo Alzheimer. Ci sono resistenze interne ed esterne alla persona. Sta a noi comunità non ghettizzare un centro sollievo, non creare ostacoli mentali oltre quelli che già il malato e la famiglia devono superare nell’accettare la malattia. Officine sociali aprirà mercoledi 10 gennaio alle 9 il nuovo centro sollievo Alzheimer a Taglio di Po".

E' un annuncio davvero importante, quello fatto dalla presidente di Officine sociali, Marinella Mantovani, che dà la comunicazione dell’avvio di un nuovo servizio gratuito per le famiglie Alzheimer.

“Ci abbiamo pensato molto, come volontari di Officine Sociali - spiega - ad impegnarci ulteriormente, ma dopo una valutazione del percorso fin qui fatto, del confronto  con le famiglie toccate dalla malattia,  delle difficoltà anche di trasporto evidenziate da alcune famiglie di Taglio di Po  a frequentare il nostro centro sollievo di Ariano, dopo una attenta valutazione  fatta tra i  volontari di Officine sociali, è emersa la necessità e la volontà  di sviluppare ulteriormente la nostra progettazione sociale di aiuto verso le famiglie Alzheimer, con l’apertura di un nuovo centro sollievo a Taglio di Po, in aggiunta e parallelamente alla gestione del nostro centro sollievo di Ariano".

"Di fronte a una malattia ancora poco conosciuta dal punto di vista medico scientifico, ma i cui numeri stanno crescendo in modo esponenziale, una malattia che tocca ormai moltissime famiglie, il nostro obiettivo oggi, l’unico obiettivo che Officine sociali può oggi  realisticamente raggiungere è mettersi dalla parte del malato e dei suoi familiari per migliorare la qualità della vita di queste famiglie. Abbiamo perciò bussato alla porta di don Maurizio della Parrocchia San Francesco d’Assisi di Taglio di Po  per usufruire dello spazio dell’oratorio e abbiamo trovato subito una grande ospitalità".

Confermata nella giornata dell’inaugurazione con le parole toccanti di Don Maurizio che hanno fatto commuovere l’intera sala gremita di persone attente  “Questo è il più bel regalo che il Natale potesse farci. Anch’io ho toccato questa malattia”

I volontari di Officine Sociali tutti i mercoledì mattina dalle 9 alle 12, saranno pronti ad accogliere con la loro professionalità e sensibilità  le persone affette dalla malattia, nella fase lieve. Il centro si trova a Taglio di Po, Vicolo San Francesco, 3 nell’oratorio messo gentilmente a disposizione dal Circolo Noi, al quale vanno i ringraziamenti di Officine sociali.

8 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento