SERVIZI POLESELLA (ROVIGO) La chiusura dell’Unione dei comuni ha portato alla ripresa dei servizi. In paese incrementata l’assistenza sociale, biblioteca, tributi e trasporto scolastico 

Orfani di Eridano, i servizi riprendono a livello comunale

Animazione estiva Baseball Camp 2018

Prima di chiudere definitivamente l’ente, l’Unione dei comuni dell’Eridano ha dato un contributo di 8mila euro alla protezione civile per poi ripartirsi i servizi nei vari comuni



Polesella (Ro) - Il 29 dicembre si è tenuto l’ultimo consiglio dell’Unione dei comuni dell’Eridano che ha visto la chiusura dell’Ente, decretata unanimemente dai consigli comunali di Bosaro, Crespino, Guarda Veneta e Polesella portando delle novità in sede di gestione dei servizi, che tornano tutti ai comuni prima aderenti all’ente di secondo grado. 

Polesella ha visto lavorare gli uffici, negli ultimi mesi, per ripartire da gennaio con la funzionalità dei servizi stessi, come spiega il sindaco Leonardo Raito: “La chiusura dell’unione, compiuta con dispiacere ma anche con la piena consapevolezza delle difficoltà in cui versava l’ente e che non permettevano una buona gestione delle funzioni delegate, comporta una serie di importanti risparmi per il nostro comune, risparmi che ci permettono di programmare un rafforzamento dei servizi municipali. Per prima cosa, abbiamo incrementato il servizio di assistenza sociale, passando da 13 ore a 20 ore settimanali, e lo abbiamo fatto per dare una risposta a un’esigenza concreta in un settore importante che ormai è un punto fermo della programmazione della nostra amministrazione. Abbiamo rafforzato anche il servizio di gestione delle biblioteche, reintroducendo anche lo sportello informagiovani, da qualche anno inattivo a causa delle problematiche legate alla Provincia che lo coordinava. Sul fronte tributi, il rientro nel nostro comune di due dipendenti del servizio, ci consente di programmare serenamente la prosecuzione della gestione, che cercheremo di ampliare, tramite convenzione, ai comuni già facenti parte dell’Eridano. Anche il trasporto scolastico verrà gestito, pur se in prosecuzione di rapporto con la cooperativa Nike Kai Dike, dal comune, fino al termine dell’anno scolastico”.

Sul fronte Unione, l’ente, dal 1 gennaio in liquidazione, ha visto la ripartizione del personale nei comuni di Polesella e di Crespino, secondo gli accordi presi al momento della scelta di chiudere la struttura. Il consiglio dell’Unione ha poi provveduto alla nomina del liquidatore, nella figura del sindaco Raito, in qualità di ultimo presidente (incarico a titolo non oneroso) che dovrà provvedere alla ripartizione del patrimonio per cessare poi definitivamente le attività. L’ultima giunta dell’Unione, infine, ha provveduto a liquidare un contributo ordinario alla protezione civile di euro 4.000, secondo la convenzione stipulata, e uno straordinario di altri 4.000 euro per le spese di trasferimento nella nuova sede operativa nello stabile ex Aipo di Polesella.  

 

8 gennaio 2018
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo