LEGA DEL CANE ROVIGO La presidente e la vicepresidente dell'associazione, Isabella Ghinello e Lia Tamburin, mettono in guardia da un fenomeno che è stato segnalato di recente

Attenzione: "Ci sono falsi volontari"

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Una situazione preoccupante, segnalata alla Lega del Cane di Rovigo, che ha immediatamente voluto mettere tutti in guardia, spiegando che ci sono falsi volontari che nulla hanno a che fare con la Lega, ma che millantano di farne parte



Rovigo - "Da qualche tempo la Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Rovigo sta assistendo ad un fenomeno molto spiacevole". Lo spiega la presidente Isabella Ghinello, che mette in guardia da quanto si sta verificando. Il tutto col supporto della vicepresidente, Lia Tamburin, che è anche avvocato. Non si tratta, importante precisarlo, di una truffa in senso stretto, nel senso di persone che millantano una falsa identità e un falso ruolo per ottenere contanti, ma è comunque un comportamento che, spiega Ghinello, può avere conseguenze negative.

"Persone che nulla hanno a che fare con l’associazione e con il Rifugio Cièa, gestito dalla Lega del Cane - spiega la presidente -  si spacciano per suoi volontari, evidentemente nel tentativo da parte di terzi di sfruttare la buona reputazione, serietà ed affidabilità. Inoltre alcune persone si sono lamentate di comportamenti poco corretti da parte di presunti 'nostri collaboratori' con i quali erano entrate in contatto per adozioni di cani privi dei necessari adempimenti veterinari e provenienti dal Sud Italia".

"Questo operato - prosegue la nota - esula dall’incarico di gestione del rifugio finalizzato all’adozione in struttura dei cani provenienti dall’attiguo Canile Sanitario Tazzari catturati nel territorio dei 47 Comuni aderenti della provincia di Rovigo ed il Comune di Boara Pisani (Pd) oltre a quelli oggetto di rinuncia di proprietà da parte di privati cittadini residenti in uno dei Comuni convenzionati".

"Nei giorni scorsi su un quotidiano locale è apparso più volte un annuncio relativo ad un cane che sarebbe stato recuperato dalla strada da una volontaria del rifugio rodigino' e che, in caso di mancata adozione, entrerebbe in canile dove potrebbe restare a lungo. La Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Rovigo si dissocia completamente da queto annuncio e si riserva di agire nelle sedi opportune. Le attività della nostra associazione, le sue comunicazioni e le sue iniziative vengono diffuse solo tramite i propri canali ufficiali o tramite i giornali locali (a mezzo di articoli muniti di logo, dati, recapiti e firma della presidente o della vicepresidente). Pertanto invitiamo a seguirci direttamente su www.legadelcanerovigo.com; facebook.com/legadelcanerovigo; twitter@legadelcane; youtube: legadelcanerovigo oppure visitare direttamente la nostra struttura a Fenil del Turco".

10 gennaio 2018




Correlati:

Fondazione Cariparo Culturalmente