CALCIO SERIE D ROVIGO Il “Falco” Enrico Gherardi, autore del gol domenica contro il Belluno, ha dato la scossa. Il Delta Porto Tolle può dire ancora qualcosa al campionato

Enrico Gherardi: “E’ stata una liberazione”

Enrico Gherardi
Fondazione Cariparo Culturalmente

Porto Tolle è casa sua. Qualche delusione di troppo dopo il suo ritorno, ma ora la squadra comincia a fare punti importanti, e il suo gol di domenica scorsa ha regalato il successo ai biancazzurri. Enrico Gherardi: “Senza l’errore della squalifica di Fissore (LEGGI ARTICOLO), che ci è costato tre punti, e le partite perse consecutivamente nel derby con l’Adriese, il Cjarlins Muzane e con l’Ambrosiana, adesso avremmo molto più punti” 

Leggi l'articolo sulla vittoria del Delta
Leggi l'articolo sulla sconfitta dell'Adriese
Leggi l'articolo sull'Eccellenza
Leggi l'articolo sulla Promozione
Leggi l'articolo sulla Prima cat.
Leggi l'articolo sulla Seconda cat.
Leggi l'articolo sul Memorial Giorgio Dall'Aglio
Leggi l'articolo sul derby Juniores Delta - Adriese
Leggi l’articolo sulle giovanili polesane 


 

Porto Tolle (Ro) - Una rete decisiva, un gol che regalato il successo alla compagine di Alessandro Tessarin, quella del “Falco” Enrico Gherardi, con cui domenica ha lasciato il segno, e sconfitto nei minuti finali l’Ital Lenti Belluno. Nel momento in cui ha realizzato la marcatura, grande emozione per l’attaccante di origine emiliane “E’ stata una sensazione molto bella, anche perché è stata una liberazione, e avevo voglia di far gol. Abbiamo raccolto tre punti dopo che avevamo dominato la partita.” Dopo sei mesi di militanza, alla corte del patron Mario Visentini, è sempre viva l’emozione dell’aria di casa, dove ha trovato compagni, con cui si è subito ambientato al suo ritorno in maglia biancazzurra: “Ho trovato un gruppo molto semplice, e dei ragazzi, alcuni che già conoscevo, molto simpatici. Il Delta è la mia casa, e quando mi hanno chiesto di tornare non ci ho pensato neanche un secondo: rientrare a Porto Tolle è stato davvero piacevole.” 

Nel girone d’andata la formazione biancazzurra in diciassette gare, ha conseguito 6 successi, 3 pareggi e 7 sconfitte, e tra tutte le sfide disputate le più positive sono state il derby con i lagunari della Clodiense, e il pareggio in trasferta con la capolista scaligera Virtus Vecomp, dove i deltini hanno ottenuto un ottimo punto: “Sicuramente i risultati più importante sono stati quelli con la Clodiense perché non ci aspettavamo di vincere 5-0, e non è stata una partita facile, ma abbiamo giocato molto bene anche contro la Virtus Vecomp, anche se purtroppo non è arrivata la vittoria, ed è stato il match migliore che abbiamo fatto.” La classifica, ora li vede a quota 24, lontani una sola lunghezza dai cugini dell’Adriese, ma secondo il bomber, la posizione in classifica dovrebbe essere un’altra: “Nel girone d’andata sapevamo che sarebbe stato più difficile del previsto anche per le vicissitudini successe quest’estate, riguardo il cambio di sede, ma senza l’errore della squalifica di Fissore, che ci è costato tre punti, e le partite perse consecutivamente nel derby con l’Adriese, il Cjarlins Muzane e con l’Ambrosiana, adesso avremmo molto più punti e sarebbe un’altra classifica. Questo comunque è servito a darci la scossa, e a non commettere più gli stessi errori, che non dobbiamo ripetere anche in futuro.”

Andrea Rizzatello 

 

 

10 gennaio 2018




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe