AMBIENTE ALTOPOLESINE ROVIGO Venerdì 12 gennaio alle ore 21 presso la scuola di Ramodipalo il comitato Lasciateci respirare Terre Nostre Veneto per dire No ad un grande centro per il trattamento dei rifiuti umidi a Canda 

Biocalos amplia la capacità di trattamento dell’impianto, il Comitato ha paura

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo

Non solo contro l’ampliamento della capacità di trattamento dell’impianto, ma anche per una sua possibile trasformazione: il comitato Lasciateci respirare Terre Nostre Veneto terrà un incontro venerdì 12 gennaio alle ore 21 presso la scuola di Ramodipalo sulle motivazioni che spinge a dire No a questo progetto nel comune di Canda 


Lendinara (Ro) - "Aumento di odori nauseabondi ma la paura più importante è che l’impianto venga trasformato". Il comitato Lasciateci respirare Terre Nostre Veneto dice No ad un grande centro per il trattamento dei rifiuti umidi a Canda, che esiste dal 2004 e che ora è in fase di ampliamento della capacità di trattamento, e per questo terrà un incontro venerdì 12 gennaio alle ore 21 presso la scuola di Ramodipalo.

L’azienda Biocalos, una srl che si occupa di compostaggio e trasformazione dei rifiuti in fertilizzanti e compost, nel 2008 ha ottenuto l’autorizzazione regionale per l’ampliamento dell’impianto da 40mila a 100mila tonnellate ed ora ha anche ottenuto la proroga fino al 5 ottobre 2020 dalla Provincia di Rovigo per partire.

Uno dei timori del comitato però è che l’impianto venga trasformato visto che un’importante società, “che detiene il monopolio del trattamento dei rifiuti nel Veneto, con appalti a Roma ed in Campania, ha acquistato quote importanti della Biocalos”. 

Questa preoccupazione, stando alle parole del sindaco di Canda Alessandro Berta, è assolutamente infondata “in quanto la Biocalos quando ha chiesto l’autorizzazione per l’ampliamento della capacità di trattamento dell’impianto lo ha fatto solo per un determinato tipo di rifiuto, quello verde”.

“Il nostro territorio - conclude però il comitato - con le sue caratteristiche climatiche non potrebbe sopportare un insediamento del genere senza pagare un prezzo mostruoso in salute, odori e perdita definitiva di qualità”.

 

 

11 gennaio 2018
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018