PREFETTURA ROVIGO Si apre ai volontari per migliorare il controllo del territorio. La prossima settimana incontro chiave tra l’ufficio del Governo e il Comune capoluogo  

Cambia la sicurezza in città: ronde e controllo di vicinato

Bancadria 730x90 Cna Rovigo

L’incontro è previsto in Prefettura giovedì 18 gennaio, un appuntamento che potrebbe cambiare radicalmente il volto della sicurezza in città. Una sicurezza affidata non più solo alle forze dell’ordine, ma anche ai cittadini volontari. Uno sviluppo per il quale, dalla Prefettura, sono arrivate indicazioni chiare



Rovigo – Le loro funzioni saranno ben diverse da quelle delle forze dell’ordine, composte da professionisti della sicurezza. Ma questo non significa che il loro apporto non possa essere comunque utile per alzare il livello di controllo del territorio, anzi. Tant’è vero che, per parlare di loro e del progetto che li vedrebbe coinvolti, c’è di mezzo la massima autorità della città, il Prefetto. Parliamo dei volontari che verranno coinvolti in un progetto molto importante, imperniato su due concetti chiave. Da una parte il controllo di vicinato, dall'altro il controllo del territorio,  strutturato su passeggiate per la sicurezza o "ronde" che dir si voglia, senza comunque alcuna accezione negativa.

Da tempo, del resto, la Prefettura sottolinea come sia possibile l'impiego di volontari in attività del genere. A patto non pensino di sostituirsi alle forze dell'ordine. Se ne parlerà giovedì 18 gennaio, quando l'ufficio territoriale del Governo incontrerà il Comune. Quest'ultimo, da parte sua, avrebbe già messo a bilancio 30mila euro per equipaggiare i volontari. Potrebbe cambiare dunque radicalmente volto della sicurezza in città.  Grosse novità, insomma, per il controllo del territorio. 

12 gennaio 2018




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017