RUGBY ECCELLENZA Sulle dimissioni del presidente della FemiCz Rovigo Francesco Zambelli e sulla questione della palestra, intervengono i consiglieri comunali Silvia Menon, Marco Bonvento e Mattia Milan

Lista Menon a sostegno di Zambelli

A sinistra Silvia Menon, Mattia Milan e Marco Bonvento, a destra il patron Zambelli in alto la voragine che si è creata nella vecchia palestra del Battaglini
Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

I tre consiglieri della civica “Silvia Menon” attaccano la giunta: “Quello che dicono gli assessori è ridicolo e inconcludente. Paulon era quasi ogni giorno allo stadio quest’estate a parlare e fare il fenomeno. Evidentemente non ha mai visitato spogliatoi, palestra e infermeria per rendersi conto della situazione”. 

leggi l’articolo sulla palestra dei Bersaglieri 
leggi l’articolo sulla condizioni del Battaglini
leggi le dichiarazioni di Paulon e Saccardin
leggi l’articolo sulle dimissioni di Zambelli


 

Rovigo - “Se c’è da mettersi la felpa dei Bersaglieri e farsi vedere vestiti di rossoblù in campagna elettorale sono sempre pronti. Se invece c’è da sistemare una palestra che cade a pezzi spariscono. Forse non hanno capito che il pavimento non è stato rotto ma ha ceduto”. Sulla polemica sulla palestra del Battaglini tra la società di Rugby e l’assessore Paulon intervengono anche Silvia Menon, Marco Bonvento e Mattia Milan. Paulon aveva dichiarato parlando della palestra: “Godere di un impianto sportivo pubblico non vuol dire avere licenza di distruggerlo”. I tre consiglieri della civica “Silvia Menon” attaccano la giunta: “Quello che dicono gli assessori è ridicolo e inconcludente. Paulon era quasi ogni giorno allo stadio quest’estate a parlare e fare il fenomeno. Evidentemente non ha mai visitato spogliatoi, palestra e infermeria per rendersi conto della situazione. Se c’è uno che dovrebbe dimettersi è proprio lui”. Menon, Bonvento e Milan difendono invece l’operato del presidente Zambelli: “Speriamo che cambi idea e che rimanga alla guida della società. Le sue dimissioni sarebbero una sciagura, non solo per i tifosi. Il rugby è un vanto della città, anche per chi non frequenta il Battaglini. E senza di lui il rendimento della squadra, nei prossimi anni, rischia di subire un tracollo”. Infine i tre civici d’opposizione prevengono le critiche. “Non ci vengano a dire che usiamo un simbolo sportivo a fini elettorali — dicono i consiglieri Milan, Bonvento e Menon —. È quello che hanno fatto loro. Al presidente del consiglio Avezzù bisognerebbe dire che non basta avere ogni anno l’abbonamento numero uno (ovviamente facendolo sapere a tutti). È lui che tiene in piedi questa accozzaglia politicamente incapace”.

 

 

 

13 gennaio 2018




Correlati:

Fondazione Cariparo Culturalmente