POSTA TRECENTA (ROVIGO) Pazienza finita, dopo mesi di disservizi segnalati nella consegna. Il primo cittadino Antonio Laruccia: "Venite in Comune, certifichiamo tutti i ritardi"

"Servizio inefficiente". Il sindaco pronto alla causa

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo

Il sindaco aveva annunciato un reclamo formale, a Roma, a fine novembre, alla luce dei problemi e dei disservizi segnalati dalla cittadinanza riguardo tempi e modi del servizio di consegna della corrispondenza (LEGGI ARTICOLO). Un problema che purtroppo non si poneva per la prima volta, in paese, così come del resto in altri luoghi dell'Altopolesine: a maggio c'era anche stato un incontro tra il sindaco Antonio Laruccia e i dirigenti di Poste Italiane (LEGGI ARTICOLO), per cercare di risolvere il problema che veniva segnalato da tempo: vale a dire il grave ritardo con cui la posta verrebbe consegnata (LEGGI ARTICOLO). A fine novembre, poi, un nuovo incontro ad alto livello con Poste Italiane (LEGGI ARTICOLO), ma anche questa volta non paiono esserci stati risultati conclusivi, tanto che il sindaco, Antonio Laruccia, pare davvero avere perso le staffe definitivamente



Trecenta (Ro) - Pronti alla guerra, pronti a mettere nero su bianco i disservizi, pronti ad azioni legali. E' finita la pazienza, a Trecenta. E' lo stesso sindaco Antonio Laruccia, il primo cittadino, a lanciare un appello vero e proprio alla sua gente, chiamandola a raccolta, evidentemente stanco dei problemi che vengono lamentati in paese per le tempistiche della consegna della posta.

Un problema che prosegue da mesi, oggetto anche di incontri tra amministrazione e Poste Italiane, che però paiono, a quanto emerge dalle dichiarazioni del sindaco, non avere sortito l'effetto voluto. Per dire chiaro e tondo come stanno le cose, il sindaco Antonio Laruccia ha scelto Facebook, il social network che usa spesso per fornire informazioni che ritiene importanti.

"Dopo incontri con la dirigenze regionale - spiega Laruccia - comunicati stampa e segnalazioni alla sede di Roma, prendiamo atto che il 'servizio postale' sul territorio di Trecenta è inefficiente. Lunedì sarà pubblicato un avviso alla cittadinanza, affinché chiunque riceva posta in ritardo si presenti in Comune per protocollare il documento ricevuto e sottoscrivere la certificazione del ritardo".

Poi, la vera e propria dichiarazione di guerra. "Il Comune intende attivare tutte le azioni possibili, comprese quelle legali, per ripristinare la piena funzionalità del servizio postale. Comprendiamo che questa richiesta ponga ulteriori fastidi ai cittadini, ma riteniamo indispensabile questo passaggio per risolvere il problema. Grazie per la collaborazione che i cittadini vorranno dare".

13 gennaio 2018
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Cooking Chef Academy 730x90