LA STORIA A ROVIGO In 500 si sono già prenotati. L'idea agli organizzatori è venuta passeggiando in centro e vedendo lo stato pietoso in cui si riducono i minori

"Basta 14enni ubriachi": ecco la festa no alcool

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Una festa senza alcool, il prossimo 27 gennaio. Prima doveva essere alla canonica della parrocchia di Boara, ma poi il numero delle adesioni, incredibilmente superiore a quelle che erano le aspettative iniziali, visto che siamo già a quota 500, ha indotto ad affittare lo Studio 16, per un evento che si propone come il primo nel suo genere



Rovigo - La prima festa analcolica del Polesine. E chi pensa che difficilmente possa avere appeal, ci ripensi. Le adesioni sono già 500 e hanno costretto Nicholas Gresele e Andrea Mazzetto a rivedere i propri piani in fretta e furia, individuando un nuovo locale nel quale organizzarla. La capienza di quello scelto inizialmente, ossia la canonica della parrocchia di Boara, è stata ampiamente superata già due settimane prima dell'evento. Ora, l'appuntamento è per sabato 27 gennaio allo Studio 16.

"L'idea mi è venuta passeggiando in centro - spiega Gresele - e vedendo ragazzini di 13 o 14 anni ubriachi tanto da stare male. Io alla loro età giocavo con le figurine. Allora mi sono detto che era il caso di fare qualcosa". Assieme ad Andrea Mazzetto è nata l'idea della festa analcolica, ma anche vietata ai maggiorenni, proprio per sottolineare come lo scopo sia molto chiaro: insegnare ai ragazzini che si può passare una gran bella serata senza alcool.

Ma le novità non si fermano qui. "C'è anche un risvolto benefico - spiega Mazzetto - Se avanzeranno bevande e cibarie, ovviamente utilizzabili, le doneremo alla mensa dei Cappuccini e se ci sarà un margine economico, contando le spese, il ricavato andrà in beneficenza".

Al posto dell'alcool, la bevanda regina sarà il Bubble Tea, ossia un thé freddo aromatizzato che sta conquistando le nuove generazioni. E che, contrariamente all'alcool, non riduce come stracci. Per maggiori informazioni, l'evento è pubblicizzato su Instagram, col nome di Red Room.

17 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018