ISTRUZIONE POLESINE Giunge alla sua terza edizione il progetto “Selfie - Teatro e social network” della compagnia Top-Teatri Off Padova che coinvolge le scuole medie superiori di Rovigo, Adria, Badia Polesine, Castelmassa e Sant’Apollinare

Come raccontarsi sui social, il laboratorio per ragazzi 

Animazione estiva Baseball Camp 2018

Un laboratorio teatrale sull’uso dei social e sul tema dell’identità per i ragazzi delle scuole medie e superiori di Padova e Rovigo è pronto a partire con gli attori Gianni Bozza e Loris Contarini della compagnia Top- Teatri Off Padova che incontreranno 40 classi, 22 scuole per un complessivo di 900 ragazzi


Padova - Dopo l’ampio successo delle prime due edizioni, riparte per la terza edizione “Selfie - Teatro e social network”, il laboratorio teatrale rivolto a studenti delle scuole di Padova e Rovigo, nato con l’intento di stimolare nei ragazzi una riflessione sull’uso delle nuove tecnologie e dei social network e sulla dipendenza che talvolta ne può derivare.

Il progetto, ideato e curato dagli attori Gianni Bozza e Loris Contarini della compagnia TOP - Teatri Off Padova e vincitore di “Attivamente 2017-2018” (iniziativa promossa e sostenuta dalla Fondazione Cariparo per arricchire l’offerta formativa delle scuole di ogni ordine e grado delle province di Padova e Rovigo), ha visto negli anni scorsi il coinvolgimento di 50 classi e 35 scuole, per un totale di oltre mille adolescenti tra i 13 e i 18 anni.

Per l’anno scolastico in corso, la nuova avventura vedrà i due attori e formatori incontrare altre 40 classi, 22 scuole, e un complessivo di 900 ragazzi.  Il progetto farà tappa a Padova, Rovigo, Piove di Sacco, Adria, Camposampiero, Montagnana, Badia Polesine, Castelmassa, Sant’Apollinare.

Durante gli incontri, due per ciascuna scuola, con l’aiuto di alcune tecniche ed esercizi teatrali i ragazzi sono sollecitati a raccontare di sé ai coetanei e poi ad analizzare insieme il modo e le parole da loro scelti per farlo, nonché i messaggi arrivati agli altri partecipanti. Cosa succede quando però la piazza, anziché essere quella reale, della propria classe o del gruppo di amici, diventa quella virtuale della rete? È intorno a questo interrogativo che si articolano le due giornate di confronto e laboratorio con l’obiettivo di sviluppare nei ragazzi il senso dell’ “identità” dell’individuo (se stessi e l’altro), una riflessione sul valore della propria dimensione personale e privata come parte preziosa di sé - e dunque sulla necessità di proteggerla -, cercando di favorire capacità critica e maggior consapevolezza rispetto a cosa significhi consegnare una parte della propria vita, delle proprie emozioni e delle relazioni “reali” alla virtualità incontrollabile della rete.

Al termine del laboratorio, la restituzione del lavoro svolto: ai ragazzi è chiesto sempre di scrivere in forma anonima cosa portino con sé dell’esperienza vissuta e di cosa, invece, si vogliano liberare rispetto al loro rapporto con i social, le nuove tecnologie, gli altri. 

 

 

17 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Cinque pullman dal capoluogo per avere più sicurezza sul lavoro

    LAVORO ROVIGO La Cgil locale ha partecipato alla manifestazione dei tre sindacati per chiedere un maggiore impegno allo Stato in materia di controlli ispettivi e normativi sui luoghi di lavoro 

  • Nuova piazza, solito successo

    CONI ROVIGO A Tutto Sport, la terza edizione riempie i giardini delle due Torri. scuole e federazioni protagonisti fin dal mattino. e anche i dogi paralimpici arrivano a fare festa

  • "Il nostro cimitero è un giardino"

    LA BELLA NOTIZIA DA TRECENTA (ROVIGO) I cittadini si complimentano per la lodevole cura che hanno le persone nel fare il proprio lavoro al camposanto 

  • A detta di Raule, Massimo Bergamin ha perso un consigliere

    POLITICA COMUNE DI ROVIGO L’indomani della commissione consiliare sull’ex ospedale Maddalena il commissario comunale della Lega Nord taccia il consigliere Fabio Benetti di essere uscito dalla maggioranza

  • Venerdì l’ultimo saluto al motociclista

    TRAGEDIA PIANO DI RIVA’ DI ARIANO POLESINE (ROVIGO) Sono stati fissati i funerali di Federico Casarin, il 39enne deceduto dopo la caduta in moto a Porto Viro sulla Romea

  • Una selezione di tremila scatti

    UGUALI DIVERSAMENTE ROVIGO La mostra di Jari Trivellato è in esposizione al centro commerciale La Fattoria, ritratti di ragazzi speciali, la diversità come ricchezza

  • Doppio impegno fuori provincia 

    PATTINAGGIO ARTISTICO ROVIGO Brillante secondo posto a Bondeno con Claudia Zanesco e buoni piazzamenti anche a Treviso

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo