ISTRUZIONE GAVELLO (ROVIGO) Le scuole dell’infanzia e primaria del paese si sono messe in mostra alle famiglie interessate ad iscrivere i propri figli per il prossimo anno scolastico. I servizi messi a disposizione dal Comune

A scuola da lunedì a venerdì

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017
Una visita alle strutture, la presentazione dell'organizzazione scolastica, un'illustrazione delle iniziative fino ai servizi offerti in collaborazione con il Comune di Gavello: così le due scuole del paese, l’infanzia e la primaria si sono presentate a tutte quelle famiglie interessate ad iscrivere i propri figli a scuola per il prossimo anno scolastico 2018/2019

Gavello (Ro) - Sabato 13 gennaio, durante la mattinata, le scuole di Gavello hanno aperto le loro porte a tutte quelle famiglie interessate ad iscrivere i propri figli a scuola per il prossimo anno scolastico 2018/2019 essendo ormai imminente la scadenza delle pre-iscrizioni fissata per febbraio.

Ecco dunque che anche la realtà scolastica gavellese ha voluto organizzare il suo open day per consentire, a chi fosse interessato, di prendere conoscenza dell'offerta formativa erogata, dell'organizzazione scolastica e delle peculiarità della scuola gavellese, una scuola a misura di famiglia, riportando lo slogan dell'amministrazione comunale.
Così, dalle 9 alle 11, ad aprire la giornata è stata la scuola dell’infanzia dove le insegnanti, guidate dalla referente Paola Maltarello, hanno accolto i genitori presenti accompagnando loro in una visita guidata alla scuola, dal salone dei giochi alle aule per la didattica divise tra la sezione dei Pesciolini e la sezione degli Orsetti, dalla sala mensa alla sala del riposo pomeridiano infine passando in rassegna alcuni dei progetti realizzati, tipo il progetto di psicomotricità e musica, oltre alcune delle attività solitamente svolte di tipo laboratoriale.

Successivamente dalle 11 alle 12 l'open day è poi proseguito alla scuola primaria dove il maestro Roberto Gardellini e altre insegnanti hanno accolto i genitori dei futuri "primini" in aula multimediale intrattenendo gli stessi dapprima in una presentazione dell'organizzazione scolastica e successivamente dando spazio ad un'illustrazione delle tante iniziative già realizzate e di quelle ancora in cantiere, segnale di una scuola dinamica e propositiva.

In primis si è detto che a Gavello la settimana scolastica va dal lunedì al venerdì con orario 8-13 ad eccezione del martedì in cui è previsto un rientro pomeridiano fino alle 15.40 per stare a casa il sabato. Il numero degli iscritti poi, grazie anche alla razionale gestione degli orari da parte dell’istituto comprensivo di Villadose che mostra particolare attenzione per la realtà scolastica gavellese, permette ancora di tenere lezioni frontali divisi per classi autonome per le materie fondamentali quali italiano, matematica, storia, geografia, scienze e parte di inglese lasciando all'accorpamento solo arte, musica, ginnastica e tecnologia, discipline peraltro inclini anche ad essere svolte in gruppo.

Si è poi passato in rassegna le diverse iniziative intraprese: dal progetto potenziamento per colmare alcune fragilità scolastiche al progetto intercultura per favorire l'integrazione tra diverse etnie, dal progetto musicale dei cori di istituto al progetto sportivo in collaborazione con il Coni e che si svolgerà presso la tensostruttura sportiva polivalente recentemente messa in funzione dall’amministrazione comunale cui è andato il ringraziamento da parte del corpo docente per l'attenzione dimostrata verso la scuola.

A tal riguardo, presenti all'iniziativa per conto del comune di Gavello il sindaco, Diego Girotto, e l’assessore, Marco Merlin che entrambi hanno sottolineato il vantaggio di frequentare la scuola in una realtà piccola come Gavello dove l'insegnamento e l'apprendimento sono più diretti se la classe è più piccola. Ciò permette altresì di approfondire meglio gli argomenti trattati e, talvolta, di affrontarne altri sempre nuovi.

Il Sindaco ha poi esposto le tariffe mensa e trasporto scolastico, le modalità di pagamento e ha precisato la ferma volontà dell’amministrazione comunale di tenere ferme le stesse a livelli particolarmente contenuti in modo da non vessare eccessivamente le famiglie facendosi dunque carico il Comune della restante quota di copertura dei rispettivi servizi.

L' assessore Marco Merlin invece ha ricordato come sia attivo il servizio di doposcuola organizzato dal comune di Gavello, affidato a "Turismo e Cultura" di Rovigo e in convenzione con la scuola. “Un servizio - ha precisato Merlin - di qualità che non vuole essere un mero parcheggio, ma che al contrario vuole seguire i bambini nelle diverse fasi di studio e di svolgimento dei compiti sbrogliando quanto più possibile il lavoro a casa delle famiglie”.
Il servizio, ampliato anche alle scuole medie, tenuto da personale qualificato, ha costi particolarmente contenuti fissati in 75euro al mese e in 2euro al pasto per la mensa che è stessa interna alla scuola. Il Comune contribuisce con un contributo alla cooperativa affidataria del servizio per abbattere il carico economico delle famiglie.
Sempre, sia per la scuola sia per il doposcuola, è possibile avvalersi del servizio scuolabus che ferma, oltre che presso le famiglie richiedenti di Gavello, altresì per chiunque faccia richiesta nei paesi limitrofi quali Ceregnano, Lama, Pezzoli, Canalnovo, Villanova, Crespino.
La giornata è poi terminata con domande rivolte agli insegnanti, altri dettagli circa l'attività didattica e con una visita al plesso, per una scuola che guarda al futuro.
 
18 gennaio 2018




Correlati:

Bancadria 730x90 Cna Rovigo