SANITA' ADRIA (ROVIGO) Lo dice Impegno per il Bene Comune, assieme a SiamoAdria, che hanno deciso di chiedere al sindaco cosa ne sia stato dell'idea

Corte Guazzo, "caduto nel silenzio il progetto di recupero"

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo

A settembre scorso era arrivata la bella notizia: un progetto per restituire a nuova vita Coorte Guazzo, struttura in origine destinata all'assistenza psichiatrica ma da tempo in disuso (LEGGI ARTICOLO). Poi, però, non se ne è saputo più nulla, tanto che ora Impegno per il Bene Comune e SiamoAdria chiedono lumi al sindaco



Adria (Ro) - "Durante la presentazione del Comitato in difesa dellʼOspedale di Adria  ai consiglieri comunali di Adria, ad una mia precisa domanda sul futuro di Corte Guazzo, il sindaco ha affermato che era arrivata una proposta dallʼUlss e che in tempi brevi avremmo avuto finalmente la possibilità non solo di recuperare e salvare la struttura ma di implementare un nuovo servizio per Adria e il Delta". Lo afferma Omar Barbierato, rappresentante in consiglio comunale di Impegno per il Bene Comune - Siamo Adria, che ora si domanda a che punto sia questa operazione, dal momento che non ci sono stati altri riscontri.

"A distanza di mesi - conferma infatti Barbierato - è calato purtroppo il silenzio. Se non ricordiamo male già ai tempi del direttore Dal Ben era stata preparata una valutazione economica in modo congiunto per permettere lo scambio di beni tra Ulss e Comune di Adria necessario alla realizzazione dellʼoperazione".

Da qui la decisione di proporre al sindaco una interrogazione a risposta orale per avere chiarimenti sulla situazione. "Chiediamo al sindaco Barbujani di spiegare a che punto è lʼoperazione", chiude infatti la interrogazione.

20 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018