POLIZIA LOCALE ADRIA (ROVIGO) Il Comune prevede 800mila euro di entrata annua dal 2018 al 2020. E ha anche già deciso a cosa destinare queste risorse: manutenzione stradale, ma non solo

Eccesso di velocità: quasi due milioni e mezzo in tre anni

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento
Il Comune di Adria ha adempiuto nei giorni scorsi a una delle formalità che sono previste dalla legge, vale a dire la destinazione della quota vincolata dei proventi derivanti da sanzioni ai sensi del Codice della strada, in particolare per eccesso di velocità


Adria (Ro) - 800mila euro l’anno di sanzioni per eccesso di velocità, dal 2018 al 2020. Questa la previsione di entrata eseguita dal Comune di Adria per i prossimi tre anni. Una previsione dovuta per legge, dal momento che sulla base di questa si deve poi provvedere a destinare la quota dovuta per legge a investimenti e migliorie sul fronte della sicurezza stradale. Per ognuno degli anni in questione, quindi, il Comune ha dovuto valutare come operare gli investimenti ammissibili.

Per ognuno di questi anni, ci saranno 30mila euro investiti per manutenzione della segnaletica stradale; 1000 per la segnaletica in genere; spese varie per accertamento di violazioni al Codice della strada 20mila; 10mila per la manutenzione del sistema di sorveglianza; 20mila per la previdenza complementare della polizia locale; 31.612,41 per assunzione di vigili stagionali per 4 mesi; dai 4.613,84 ai 2.540,84 l’anno per potenziamento dei servizi di controllo; 5mila per manutenzione delle strade; 80mila per il 2018, 50mila per il 2019 e il 2020 per lo sfalcio dei cigli stradali.

Ancora 30mila euro l’anno complessivo per gli sgombero della neve; altri 10mila per opere diverse di manutenzione delle strade; 32.600 per la manutenzione degli impianti semaforici; 164.860,59 poi 176.203,09 e infine 157.546,09 dal 2018 al 2020 per la manutenzione della pubblica amministrazione.


 
23 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Deltablues 2018