CULTURA PORTO VIRO (ROVIGO) Venerdì 9 febbraio alle 21.20 presso la sala Eracle si terrà lo spettacolo goldoniano “Le baruffe chiozzotte” con la compagnia “Piccolo teatro Città di Chioggia”

Le baruffe vanno in scena 

Cooking Chef Academy 730x90
Una macchina comica perfetta quella che viene proposta dalla compagnia “Piccolo teatro Città di Chioggia” venerdì 9 febbraio a Porto Viro che porta in scena “Le baruffe chiozzotte” che mette in scena le schermaglie amorose di un gruppo di popolani, i pescatori e le donne che stanno loro intorno


Porto Viro (Ro) - Prosegue a Porto Viro la rassegna “Punti di Vista” che vedrà in scena venerdì 9 febbraio alle 21.20 presso la Sala Eracle un grande classico di Carlo Goldoni “Le baruffe chiozzotte”.
La prima rappresentazione della commedia risale al 1762 presso il Teatro San Luca di Venezia. Da allora le «baruffe» continuano a coinvolgere  il pubblico con le plateali gelosie dei pescatori e delle loro donne. Gli stessi chioggiotti, dopo un secolo che questa commedia girava il mondo, erano insorti a difesa del buon nome della loro città che ormai in tutto il mondo veniva associato alle “baruffe” rappresentate da Goldoni. La celebre commedia goldoniana viene riproposta venerdì prossimo da una compagnia teatrale storica: il “Piccolo teatro Città di Chioggia” che ha fatto di questo testo il suo cavallo di battaglia. 

La vicenda prende avvio dal gesto malizioso di un giovane “batelante”, Toffolo Marmottina, che, approfittando dell’assenza degli uomini che sono ancora in mare, offre a Lucietta, già fidanzata con Titta Nane ed a sua cognata donna Pasqua un pezzetto di zucca abbrustolita (la succa barucca) per far ingelosire Checca, la giovane sorella di Orsetta. La baruffa scoppia tra le donne per rivalità e gelosia. Tornano i pescatori e sia l’una sia l’altra famiglia racconta l’accaduto e insinua negli uomini il sospetto. Le famiglie sono citate in tribunale e il Cogitore tenta, con bonomia di mettere pace tra le parti. Dopo un fitto incalzare di colpi di scena, di litigi, di botte e risposte viene fatta la pace, ma dura poco: “...e che la dura fin che la se rompe!”. 

La compagnia, sorta negli anni '40 con il nome di “Piccola ribalta”, ha saputo subito farsi apprezzare a livello non solo locale, ma anche nazionale ed internazionale. Apprezzamento culminato già nel lontano 1977 al Festival Mondiale di Monaco dove è stato ribadito quanto alcuni critici avevano già segnalato: cioè che “Le baruffe”, commedia Goldoniana “tra le più storpiate e resa, anche dalle compagnie più affermate, con grosse difficoltà, ottengono, con gli attori di  Chioggia, quella autenticità e genuinità che è data, non solo dalla maggior aderenza alla lingua del testo, ma anche dalla immedesimazione spontanea che avviene sul palcoscenico, dove l’attore presenta una parte di se stesso e della propria storia.

La compagnia si è sempre mantenuta legata alla tradizione e alla comicità in dialetto, pur intraprendendo nuovi percorsi di crescita ed innovazione. Gli interpreti sono tutti figli della leggendaria Clodia; nessuno meglio di loro quindi può dar voce e musicalità ad una parlata che è ancora protagonista della quotidianità dell’isola di Chioggia. 
 
6 febbraio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018