ISTRUZIONE SAN MARTINO DI VENEZZE (ROVIGO) Gli esperti di Rovigobanca iniziano un percorso di educazione finanziaria con gli alunni della primaria Montessori 

A scuola si impara l’uso consapevole del denaro 

Bancadria 730x90 Cna Rovigo

RovigoBanca propone le favole per avviare i bimbi all’educazione finanziaria: questa l’ultima iniziativa avviata con l’istituto comprensivo di Villadose che ha visto coinvolti i bambini della primaria di San Martino di Venezze. L’obiettivo è quello di educare a un uso consapevole del denaro e conoscere gli aspetti essenziali del suo utilizzo nel mercato e nell’economia


Rovigo - Quando gli economisti raccontano favole è il momento di rivolgersi alle favole per capire l'economia. Con questa premessa è stato inaugurato nei giorni scorsi un percorso di educazione finanziaria che ha avuto per protagonisti gli alunni delle classi 3^ A e 3^ B della scuola primaria Montessori di San Martino di Venezze. 

L’iniziativa, scaturita dall’interessamento delle maestre, si è concretizzata grazie alla collaborazione in essere tra l’istituto comprensivo di Villadose e RovigoBanca. 

Dopo i ragazzi della scuola secondaria di primo grado “Giovanni XXIII” di Villadose, anche gli allievi della primaria di San Martino hanno partecipato con entusiasmo all’incontro e, anche in questo caso, gli esperti hanno saputo catturare la loro attenzione fornendo alle classi elementi utili per comprendere il sistema valoriale alla base del risparmio.

Il responsabile del progetto, Bruno Candita, ha coinvolto le classi partendo dalla favola di Esopo “La cicala e la formica” e ha condotto i bambini in un meraviglioso viaggio attraverso fiabe, cartoni, proverbi e celebri racconti per l’infanzia.

Il motivo di questa proposta offerta agli alunni è da ricondurre alla necessità sempre più crescente di educare a un uso consapevole del denaro e conoscere gli aspetti essenziali del suo utilizzo nel mercato e nell’economia. 

Nel mondo di oggi comprendere il variegato e complesso mondo della finanza è utile e indispensabile per meglio orientare i giovani nelle scelte di cittadinanza attiva, consapevole e critica per attuare scelte individuali e collettive ben orientate eticamente.

Nel tempo si prevedono altri appuntamenti per giungere gradualmente ad una maggiore conoscenza sul mondo delle banche e sul funzionamento del credito e del risparmio attuato anche attraverso l’uso di strumenti finanziari.

 

 

 

7 febbraio 2018




Correlati:

Fondazione Cariparo come presentare i bandi fino al 28 febbraio 2018