CARABINIERI CASTELMASSA (ROVIGO) Imponente controllo sui mezzi pesanti lungo la strada regionale 6 assieme alla Motorizzazione civile. Sanzioni per 10mila euro

Eridania, su 15 camion fermati 10 non a norma

Animazione estiva Baseball Camp 2018

I carabinieri di Castelmassa e il personale della motorizzazione di Rovigo hanno eseguito controlli ai mezzi pesanti sull’Eridanea. Elevate sanzioni per oltre 10mila euro



Calto (Ro) – Nella giornata di martedì 6 febbraio i carabinieri della Compagnia di Castelmassa hanno organizzato un servizio dedicato al controllo dei mezzi pesanti, unitamente a personale della motorizzazione di Rovigo, al fine di accertare la regolarità del massiccio traffico di tir (anche straniero) sull’Sr 6 Eridanea. Diverse le sanzioni elevate per un totale di oltre 10mila euro.

Nella zona di Calto, dalle prime ore del mattino sino al tardo pomeriggio, tre pattuglie di Carabinieri della Compagnia di Castelmassa, unitamente a personale tecnico della motorizzazione civile di Rovigo - Sezione coordinata dell’Umc, dotata di Centro Mobile di Revisione, e con il supporto di un equipaggio della polizia locale del Polesine Superiore, hanno dato il via ad un massivo controllo del trasporto internazionale su ruote che impegna particolarmente l’SR6 “Eridanea”.

Sono stati controllati oltre 15 tir, di cui 10 viaggiavano in violazione di norme, ed elevate una ventina di contestazioni al codice della strada e leggi sull’autotrasporto per un valore complessivo di oltre 10mila euro. 

Il controllo si è soffermato particolarmente sul rispetto delle cosiddette leggi sociali (periodo di guida e di riposo, rapporto di dipendenza tra conducente del mezzo e vettore), corretta esecuzione del trasporto e relativa documentazione di accompagnamento delle merci (cabotaggio intermodale, documento di trasporto internazionale Cmr/Dtt) e idoneità/sicurezza alla circolazione dei veicoli (possesso dei requisiti tecnici per viaggiare in ottica preventiva al fine di scongiurare, per quanto possibile, il verificarsi di sinistri stradali).

In un’occasione è stato accertato che un autista della Repubblica Ceca stava effettuando un trasporto di merce da Roma a San Pietroburgo senza alcuna delle previste autorizzazioni e pertanto stava viaggiando in completo abusivismo. Il mezzo è stato fermato. 

8 febbraio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento