ELEZIONI POLITICHE 2018 ROVIGO La proposta lanciata da Pier Paolo Baretta, candidato all’uninominale al Senato, per un dibattito pubblico sui temi del territorio non viene accolta da Micaela D’Aquino (M5s) e Roberta Toffanin (Forza Italia). L’unica rispos

Accetta la sfida del sottosegretario uscente solo Tania Azzalin

Elezioni Diego Crivellari 730x90 Alternanza

Una sfida che poteva essere accettata se la richiesta fosse pervenuta in tempo quella di Pier Paolo Baretta candidato all’uninominale al Senato, per un confronto pubblico sui temi del territorio rivolto a Micaela D’Aquino, Roberta Toffanin e Tania Azzalin. Solo quest’ultima sarebbe disposta, le altre due no per mancanza di tempo ed i molti impegni elettorali di queste settimane 



Rovigo - Avrebbero preferito un invito diretto anziché saperlo dalla stampa le tre candidate nel collegio uninominale al Senato Tania Azzalin, Micaela D’Aquino e Roberta Toffanin che non hanno accolto con entusiasmo la sfida di Pier Paolo Baretta per un confronto pubblico sui temi del territorio. 

Il motivo non è il non volere un confronto, ma per lo più il non avere più il tempo per farlo in quanto essendo già in piena campagna elettorale le agende delle candidate sono molto impegnate con appuntamenti programmati in tutto il territorio. 

“Io continuo la mia campagna elettorale sul territorio confrontandomi con sindaci ed amministratori - dichiara Toffanin, candidata per Forza Italia - come ho deciso di fare fin da subito. Chiedere un confronto attraverso la stampa è riduttivo, Baretta avrebbe potuto farlo in modo diverso”.

Della stessa opzione la D’Aquino, candidata nel Movimento 5 stelle, la quale conferma come “non sia arrivata nessuna richiesta diretta da lui e comunque la mia agenda in queste settimane è ricca di appuntamenti”. 

Unica risposta positiva arriva dalla Azzalin, candidata per Liberi e Uguali Polesine, anche se non ha apprezzato la modalità dell”’invito" che risponde “mi è sempre piaciuto avere un confronto, ma sarebbe stato opportuno aver ricevuto una comunicazione per uno scambio di opinioni. La richiesta in questo modo sembra più una sfida”.

Tra i temi secondo lei da affrontare oltre a quelli annunciati da Baretta “legati al suo programma elettorale - specifica - ci sono quelli dell’edilizia scolastica in quanto molti edifici non sono in regola con la sicurezza, ma anche i servizi offerti dalla scuola per gli studenti. Altro tema su cui discutere è quello dei servizi sociali e sul fronte sanità la necessità di potenziare il pubblico che deve garantire servizi uguali per tutti”. 

13 febbraio 2018




Correlati:

Fondazione Cariparo come presentare i bandi fino al 28 febbraio 2018