CARABINIERI ADRIA (ROVIGO) Il 55enne, arrestato il 6 febbraio con la contestazione di spaccio, avrebbe violato l'obbligo di dimora per correre a giocare alle slot

Arrestato per eroina, viola la misura per giocare alle slot

Deltablues 2018

Arrestato il 6 febbraio scorso per questioni di droga (LEGGI ARTICOLO), al momento dell'udienza di convalida se l'era cavata con l'obbligo di dimora, quanto a misure cautelari, ma il 55enne sarebbe poi stato tradito dalla sua passione per le slot...



Adria (Ro) - Nella mattinata di oggi, sabato 17 febbraio, i carabinieri della Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Adria, guidata dal capitano Rolando Giusti,  hanno tratto in arresto A. B.  55enne di Adria, già conosciuto alle forze di polizia e già arrestato il 6 febbraio per spaccio di sostanze stupefacenti

L’uomo, in seguito all'udienza di convalida, in attesa del processo per direttissima, era stato sottoposto all’obbligo di dimora ad Adria e, secondo le contestazioni mosse dai carabinieri, aveva anche il divieto di uscire da casa durante l’orario notturno. Nonostante questo, secondo quanto contestato riportato dagli investigatori, sarebbe stato più volte trovato in violazione dei predetti obblighi.

In particolare, i carabinieri lo avevano trovato più volte in orario serale a giocare in alcune sale Vlt della zona. Il Tribunale di Rovigo, su richiesta dei carabinieri, ha disposto l’aggravamento della misura cautelare e quindi la sostituzione dei predetti obblighi con gli arresti domiciliari.  Il 55enne è stato quindi posto nuovamente in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione. 

Il primo arresto a suo carico era scattato, appunto, il 6 febbraio scorso, 

L'operazione è scattata nella serata di martedì 6 febbraio, quando i carabinieri, nell’ambito di un’attività finalizzata alla prevenzione ed al contrasto dello spaccio di stupefacenti, avevano secondo questa ricostruzione dei fatti  fermato per un normale controllo alla circolazione stradale il 55enne.

Il suo atteggiamento aveva indotto ad approfondire il controllo. Secondo le contestazioni i carabinieri avevano così rinvenuto e sequestrato, nell’auto 40 grammi di eroina, mentre nell’abitazione bilancino e materiale per il confezionamento.

17 febbraio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento