ASSOCIAZIONE NAZIONALE POLIZIA DI STATO (ROVIGO) La delegazione rodigina ha preso parte all'incontro con il Prefetto e comandante del corpo Franco Gabrielli alla scuola di Peschiera

Gli ex poliziotti polesani in prima fila per l'anniversario

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Un momento intenso ed emozionante, quello vissuto alla Scuola allievi della polizia di Stato di Peschiera del Garda, dove le delegazioni di Anps, Associazione nazionale della polizia di Stato, hanno incontrato il capo della polizia



Rovigo - Giovedì 15 febbraio alla scuola Allievi della Polizia di Stato a Peschiera del Garda, il capo della Polizia, prefetto Franco Gabrielli, ha incontrato le rappresentanze delle sezioni dell’associazione Nazionale della Polizia di Stato del Triveneto, di parte della Lombardia e di alcune sezioni emiliane, all'interno di un ciclo di sei appuntamenti calendarizzati in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione del sodalizio che si celebra quest’anno e che coincide con il raduno nazionale previsto nel prossimo mese di settembre.   

In prima fila, la delegazione di Rovigo. Il prefetto Gabrielli, accompagnato dal direttore centrale per gli Affari generali della Polizia di Stato Filippo Dispenza, dal Questore di Verona, Ivana Petricca, affiancato dai Colleghi delle provincee presenti e dal presidente nazionale dell’Anps  Claudio Savarese, è stato ricevuto da Gianpaolo Trevisi, direttore della scuola e dopo gli onori tributati ai caduti della Polizia, tutti si sono recati nell’aula magna letteralmente gremita di soci Anps. 

Il capo della Polizia ha fatto sintesi traendo spunti dagli interventi precedenti, rimarcando come l’Associazione nazionale polizia di Stato rappresenti oggi una realtà viva e vitale al servizio di chi vive e lavora in Polizia, di chi raggiungendo i limiti d’età è oggi in quiescenza ma, soprattutto dell’intera società italiana: dalle emergenze sociali a quelle territoriali; dalla presenza nelle scuole ai compiti di vigilanza in favore dei bambini al di fuori degli edifici scolastici, il tutto quale depositaria delle forti tradizioni della nostra Polizia di Stato.

Concludendo, Gabrielli ha affermato che: “Non si può guardare al futuro senza conoscere il passato e voi ne siete custodi e propulsori, allo stesso tempo, del cambiamento che deve vedere sempre l’Associazione al fianco del cittadino secondo le mutate esigenze sociali” .          Sono seguite le assegnazioni di medaglie per i soci iscritti da 50 anni e per distinzioni in ambito civile.         La giornata è terminata con il pranzo sociale nella mensa della scuola allievi con un impegno a ritrovarsi il prossimo settembre nella Capitale.  

17 febbraio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Deltablues 2018