IMMIGRAZIONE ROVIGO Il senatore polesano, insieme alla leader di Fratelli d’Italia manifestano di fronte al centro di accoglienza di Conetta. “Non è più possibile che paesi così piccoli ospitino fino a 2mila immigrati”

Amidei e Meloni: “Il problema dell’immigrazione va distribuito su tutta l’Europa"

Animazione estiva Baseball Camp 2018

Il senatore polesano Bartolomeo Amidei, candidato capolista nel proporzionale al Senato, ha accompagnato la leader di Fratelli d’Italia a manifestare di fronte al centro di accoglienza di Conetta. “Con noi al timone del Paese non si entrerà più illegalmente in Italia” 



Rovigo – Giornata all’insegna di sicurezza e immigrazione per il candidato polesano di Fratelli d’Italia Bartolomeo Amidei. Il senatore era infatti in prima linea lunedì 19 febbraio, con il leader nazionale del partito Giorgia Meloni, con cui ha preso parte a una manifestazione davanti al centro di accoglienza di Conetta, nella bassa veneziana. 

“Quel che accade qui, e parlo di piccoli paesi di provincia in cui ci sono poche centinaia di residenti italiani e anche fino a 1500-2000 stranieri ospitati, finisce per produrre degrado e insicurezza – spiega Giorgia Meloni –  Il senso della presenza di Fratelli d’Italia è proprio questo: ribadire che con noi al timone non si entrerà più illegalmente nel Paese. L’immigrazione è un fenomeno da governare di concerto con gli altri partner dell’Unione, siamo d’accordo per una missione europea in Libia e sulla ridistribuzione degli arrivi in tutti e 27 gli Stati membri, dando però precedenza a chi si integra. Ovvio, ci saranno costi da sostenere ma pur sempre meno di quei sei miliardi e più che si spendono oggi per questa politica di accoglienza”.

Amidei, che proprio sull’immigrazione lo scorso venerdì aveva organizzato un incontro in sala consiliare a Loreo, è tornato a porre l’accento sui respingimenti e sull’esigenza di un cambio di rotta radicale. “L’Italia è la porta del sud all’Europa – commenta – ma pur terra di confine nell’ultimo anno è riuscita a bloccare alle sue frontiere solo 7mila stranieri a fronte dei circa 200mila che sono entrati. Manifestare insieme, qui, oggi, è un segnale forte che mandiamo al centrosinistra, alle sue errate modalità di pensare all’accoglienza e al business delle cooperative che gestiscono i migranti, con cui si penalizzano centinaia di migliaia di famiglie italiane sempre più a rischio povertà”. 

Dalla leader di FdI è giunto, nell’occasione, anche un flash sugli equilibri interni al centrodestra: “L’intesa con Berlusconi e Salvini durerà e, anche se può sembrare un paradosso, sarà ancor più forte dal giorno dopo delle elezioni. Ci sono di fronte due mondi contrapposti tra loro, il nostro e quello delle ‘due sinistre’, mi riferisco a Pd e Cinque Stelle, che si propongono all’Italia, ma solo il centrodestra appare l’unico in grado di dare un Governo al Paese. L’alternativa? I soliti inciuci, il concreto rischio di ritorno alle urne o peggio persino il caos”.

19 febbraio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo