IL PROGETTO A BERGANTINO E MELARA (ROVIGO) Col seminario tenutosi al museo della Giostra di Bergantino si è partiti verso la realizzazione di attrazioni inclusive al massimo per i diversamente abili

Giostre e parchi divertimenti davvero per tutti

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

L'obiettivo è quello di realizzare parchi giochi massimamente inclusivi. Un percorso cominciato al Museo della giostra di Bergantino, al quale hanno preso parte gli imprenditori del settore, Cna, il ministero dello Sviluppo economico, la Camera di commercio di Venezia - Rovigo e numerosi responsabili di parchi di attrazioni



Bergantino (Ro) - Il distretto della giostra, radicato tra Melara e Bergantino, si avvia sul cammino della massima inclusività, ossia verso la realizzazione di attrazioni e di parchi gioco che consentano di essere fruiti anche dai diversamente abili. Un obiettivo importante, che si pone nel momento in cui, a breve, in Polesine saranno ospite una ventina di imprenditori provenienti dal Golfo Persico, per prendere contatti con il distretto della giostra.

Il primo passo di questo ambizioso progetto si è tenuto al Museo della giostra, a Bergantino, con un seminario dedicato a questo scopo. L'obbiettivo finale è quello di mettere a punto una serie di linee guida che possano essere seguite da tutti i costruttori, volte alla piena fruiibilità e accessibilità non solo a persona con disabilità fisica, ma anche mentale.

24 febbraio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Deltablues 2018