MUSICA ROVIGO Domenica 4 marzo alle ore 17 in Accademia dei Concordi si terrà il quinto appuntamento dell’associazione Venezze che ospiterà il pianista Roberto Prosseda

L’unico musicista di pedalpiano in concerto in città

Deltablues 2018

Suonerà due pianoforti a coda sovrapposti, il pedalpiano, Roberto Prosseda che sarà il prossimo protagonista dei concerti dell’associazione Venezze 



Rovigo – Il pedalflügel, piano-pédalier o pedalpiano è un pianoforte doppio dotato di una pedaliera di tipo organistico collegata ad una cordiera che aziona il secondo pianoforte. 

È uno strumento che viene da lontano, già caro a Bach e Mozart, che cadde in disuso nel primo Novecento. Grazie all'abilità di Roberto Prosseda si vedrà domenica 4 marzo alle ore 17 in Accademia dei Concordi per la prima volta questo strumento protagonista di un appuntamento della nuova stagione concertistica dell’associazione Venezze.

Prosseda ha debuttato al pedalpiano nel 2011, avendo riscoperto e presentato in prima esecuzione moderna vari brani di Alkan e il Concerto di Charles Gounod per piano-pédalier e orchestra con la Filarmonica Toscanini di Parma, e che ha rieseguito con i Berliner Symphoniker, la Staatskapelle di Weimar, la Filarmonica di Lahti e la Netherlands Symphony Orchestra. È attualmente l'unico musicista che tiene regolarmente concerti al pedalpiano.

Il programma del concerto prevede, oltre ai già citati Gounod e Alkan, anche brani dai Sechs Kanonische Etuden für den Pedalflügel op. 56 di Schumann, Alexandre-Pierre-François Boëly (Fantaisie et Fugue op. 18 n. 6), Felix Mendelssohn-Bartoldy (4 Lieder ohne Worte op. 19 n. 6, op. 38 n. 2, op. 38 n. 6, op. 53 n. 5, Introduzione e Rondò Capriccioso op. 14) e Franz Liszt (Fantasia quasi sonata après une lecture de Dante).

27 febbraio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento