RUGBY ROVIGO La Fir ha stabilito i criteri per quelle società che gestiscono più squadre seniores, regolarizzando il numero di formazioni giovanili di riferimento per l’obbligatorietà

Viale Alfieri sarà virtuosa

Francesco Zambelli e Attilio Roversi
Deltablues 2018

La squadra Cadetta della FemiCz Rovigo, in caso di vittoria del campionato, potrà essere promossa alla categoria superiore. La città in mischia potrà essere riconosciuta come virtuosa, stabilite le norme dalla Federazione 


Rovigo - Tre le condizioni poste dalla Federazione Italiana rugby, e per la Rugby Rovigo Delta e la Monti Junior è una buona notizia. Durante l’estate si era rischiata la rottura dei rapporti tra la società che gestisce la prima squadra (e da questa stagione anche la Cadetta e le due Under 18), e quella che funge da serbatoio e che storicamente è il vivaio dei Bersaglieri. Un’estate rovente in viale Alfieri, con l’azzeramento della dirigenza della Monti Junior, l’elezione di un nuovo direttivo (LEGGI ARTICOLO) e poi le conseguenti dimissioni poche ore dopo (LEGGI ARTICOLO). Un polverone mai visto nella città in mischia. Eppure il 27 luglio lo statuto era già stato approvato dai soci della Monti Junior su richiesta della Rugby Rovigo Delta “L’attività è svolta in stretta collaborazione tecnica e sportiva con la Rugby Rovigo Delta che è il perno dello sport rugbistico in provincia di Rovigo”. Nel mezzo tra dimissioni, accuse, polemiche e licenziamenti, in viale Alfieri è successo di tutto. Alla Monti Junior però hanno mantenuto la calma, e il presidente Attilio Roversi è stato rinominato (LEGGI ARTICOLO).

Poi il Consiglio federale (la pubblicazione delle decisioni è di questi giorni) ha approvato il regolamento che stabilisce il riconoscimento “tecnico” di società virtuose a quei club collegati tra loro da vincolo di filiera. Tre le caratteristiche:  le società usufruiscono dei medesimi impianti sportivi; il flusso dei giocatori confluiscono nel corso degli anni dalla società minore alla società maggiore; qualora venga istituito un rapporto di deleghe fra le società. Verifica che deve essere ancora fatta dagli organi competenti federali, ma non si può certo dire che tra le due società la filiera non esista. Ma lo statuto della Monti Junior a questo punto era necessario cambiarlo? Lo dimostra la storia e il presente. Ma a cosa serve essere società virtuosa? Permette ad una realtà ovale di avere più squadre seniores distribuiti in diversi campionati, senza aver l’assillo di allestire un numero pari di squadre giovanili che garantiscano l’obbligatorietà. Di fatto Rovigo ora può tranquillamente gestire la squadra Cadetta ambendo alla promozione senza penalizzazioni, mentre prima era vincolata dalla presenza di una seconda Under 14 che doveva concludere il ciclo di concentramenti programmati. 

Ora c’è rimettersi eventualmente attorno ad un tavolo per una strategia comune. Da inizio stagione la prima squadra è balzata agli onori delle cronache più per i colpi di scena, che per i risultati sportivi (che comunque non sono da sottovalutare). Nell’ordine è stato cacciato Jason Wright (LEGGI ARTICOLO), poi si è dimesso il presidente Francesco Zambelli (LEGGI ARTICOLO) seguito da Lello Salvan (coordinatore di Cadetta ed Under 18 LEGGI ARTICOLO), di questi giorni il licenziamento del direttore sportivo Stefano Bettarello (LEGGI ARTICOLO). Forse può bastare.

Giorgio Achilli

 

8 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento