SALUTE ADRIA (ROVIGO) Sabato 17 marzo alle ore 17.30 al teatro Ferrini il professore Antonio Da Re, studioso ordinario di Bioetica e Filosofia morale, terrà un incontro sulla legge sulle disposizioni al termine della vita 

Il potere di decidere sul fine vita

Animazione estiva Baseball Camp 2018
Verranno trattati tutti gli aspetti delle nuova legge sulle disposizioni di fine vita all’incontro di sabato 17 marzo alle ore 17.30 al teatro Ferrini di Adria, dal consenso informato, alle terapie del dolore, all’accanimento terapeutico con lo studioso ordinario di Bioetica e Filosofia morale Antonio Da Re

Adria (Ro) - La recente legge 219/2017 sulle disposizioni di fine vita sarà il tema su cui verterà l’incontro di sabato 17 marzo alle ore 17.30 al teatro Ferrini di Adria con il professore Antonio Da Re, insigne studioso ordinario di Bioetica e Filosofia morale presso l’università di Padova, già membro del comitato nazionale di bioetica dal 2006 al 2017.

La legge, lungamente dibattuta per le sue implicazioni etiche e approvata il 23 dicembre scorso, intende corrispondere ad alcune esigenze della persona, prima delle quali, come recita il testo, il diritto di conoscere le proprie condizioni di salute e di essere adeguatamente informati; a tal fine la norma intende valorizzare la relazione di cura e di fiducia tra paziente e medico che si basa sul consenso informato e l'incontro tra l'autonomia decisionale del paziente e la competenza, l'autonomia professionale e responsabilità del medico.

La legge disciplina le complesse situazioni che si possono verificare nel fine vita delle persone con riferimento al consenso informato, alle terapie del dolore, al divieto di ostinazione irragionevole sulle cure (il cosiddetto accanimento terapeutico) e alla dignità di ciascuno nella fase finale della vita. A tale scopo si danno ampie norme sulle disposizioni anticipate di trattamento.
Sia nell'interpretazione della legge nel suo vasto articolato sia nell'applicazione concreta delle disposizioni si è aperto un vasto e comprensibile dibattito, che mette in gioco questioni giuridiche e soprattutto etiche poiché si tratta di materia che coinvolge in profondità la coscienza e la visione della vita delle persone.

La manifestazione di sabato è promossa in sinergia da biblioteca comunale, l’Archivio-biblioteca capitolare della Cattedrale e teatro Ferrini. L’incontro è aperto a tutti i cittadini con particolare invito rivolto ai medici e al personale sanitario della zona. Ai partecipanti sarà consegnata una copia della legge approvata dal Parlamento. L'iniziativa gode del patrocinio dell’azienda Ulss 5 polesana.

 
13 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo