POLITICA ADRIA (ROVIGO) Impegno per il bene comune attacca l'ex sindaco Massimo Barbujani, il suo vice Federico Simoni e l'idea che possano ritornare a chiedere consensi per governare la città. “Ecco l'elenco dei loro ultimi disastri”

“Chi potrà mai dare ancora fiducia a quei due?”

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Un lungo elenco di motivi per i quali, secondo Impegno per il Bene Comune, Siamo Adria, il duo Massimo Barbujani e Federico Simoni non dovrebbe più neppure chiedere ancora fiducia ai cittadini per le comunali di primavera


 

Adria (Ro) – Le elezioni comunali sono sempre più vicine. La prima e unica candidata sindaco ad essersi ufficialmente presentata per la guida della città etrusca è l'ex assessore all'ambiente, di Fratelli d'Italia, Giorgia Furlanetto (LEGGI ARTICOLO). Ma appare alquanto evidente che anche ex sindaco e vice sindaco tenteranno di ritornare alla guida della città. Prende la parola, dunque, Impegno per il bene comune che con un elenco sintetico dei “disastri” dell'amministrazione Barbujani-Simoni, spiega ai cittadini perché non votarli ancora.

“Partiamo con la gestione del progetto Borghi Autentici, la recente interruzione dello sfalcio del verde, la mancata difesa dei servizi socio sanitari e dell'ospedale dal 2013 ad oggi, i silenzi politici alle nostre precise domande in consiglio comunale sulle due visite fatte in Provincia insieme alla ditta Coimpo nel 2015 e 2016, l'incapacità politica di dare un presente futuro al nostro Centro Servizi Anziani in 9 anni d'amministrazione – spiega Omar Barbierato - E ancora, l'incapacità di creare una maggioranza politica stabile per Adria in due occasioni sulle tre avute, la mancanza di volontà di ascoltare le numerose proposte di buon senso fatte in questi due anni dal gruppo consiliare Ibc Siamo Adria per dare strumenti di sviluppo al lavoro e al commercio”.

“Questa è la carta d'identità che descrive il duo formato dall'ex sindaco e dal suo ex vice. Come possono queste persone chiedere ancora la fiducia dei cittadini di fronte a questo curriculum accertato e alle sfide che attendono Adria? Il nostro percorso di questi anni certifica la volontà e la capacità di mettere in campo proposte pragmatiche per affrontare i numerosi problemi e per dare uno sviluppo diverso alla nostra realtà”.

18 marzo 2018
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo