CULTURA VENETO Teatro Stabile di Venezia e Padova colpito da un forte declassamento. I partiti di Lega, Forza Italia, Movimento 5 stelle e Pd fanno squadra per la salvaguardia 

Eccellenza culturale veneta messa a rischio "senza un perché"

Cooking Chef Academy 730x90

Hanno promesso battaglia per il mantenimento delle risorse al Teatro Stabile di Venezia e Padova i partiti di Lega, Forza Italia, Movimento 5 stelle e Pd che hanno chiesto spiegazioni al ministro Franceschini. 



Rovigo - C'è fermento per il declassamento che ha colpito il Teatro Stabile di Venezia e Padova. Lega, Forza Italia, Movimento 5 stelle e Partito democratico sembrano intenzionati a fare squadra. 

Nelle ultime stagioni di prosa sono transitati anche al Sociale di Rovigo diversi spettacoli del teatro Stabile del Veneto, dai Smith&Wesson e Toni Sartana con Natalino Balasso a Il deserto dei tartari, fino a Il malato immaginario con la compagnia dello Stivale.

Nella giornata di mercoledì 4 aprile i parlamentari triveneti hanno iniziato a ricevere la lettera con la quale l'assessore regionale Cristiano Corazzari chiede a tutti un impegno condiviso. 

“Ho chiesto al Ministro un colloquio urgente - spiega Corazzari - convocherò un tavolo anche con le province di Trento e Bolzano e ho chiesto alla Conferenza delle Regioni di inserire il tema all'ordine del giorno della prossima riunione. Qui non si tratta di lamentarsi, ma di capire come sia stato possibile che una commissione istituita con una legge ancora priva dei decreti attuativi abbia potuto prendere una decisione così incomprensibile. Soprattutto vogliamo mettere in sicurezza le risorse, perché non si metta a rischio un'eccellenza veneta, le produzioni, i posti di lavoro”. 

Le performance del trienni infatti sono chiare e positive: +217% nelle produzioni e coproduzioni, +139% delle compagnie scritturate, +56% delle recite, +42% degli spettatori, biglietti che coprono il 53,2% dei costi contro una media del 33%. 

E’ per questo che i parlamentari della Lega annunciano un'interrogazione urgente al ministro per i Beni culturali Dario Franceschini, il Pd promette di chiedere al ministro spiegazioni, il Movimento 5 stelle assicura di non voler tagliare un euro alla cultura e Forza Italia si dice pronta a fare la sua parte e chiedere alla Regione Veneto di farsi promotrice di un tavolo dei parlamentari.

5 aprile 2018
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo