VILLADOSE E CEREGNANO (ROVIGO) I sindaci Ivan Dall’Ara e Gino Alessio hanno invitato a far parte del progetto anche il comune di San Martino di Venezze guidato da Vinicio Pisentini. Il referendum nel 2019

La fusione si può allargare al terzo comune

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo

Potrebbe diventare una fusione di tre comuni e non più due. Villadose e Ceregnano hanno invitato in questo progetto anche San Martino di Venezze. Il sindaco Vinicio Piasentini sta discutendo con il consiglio prima di arrivare ad una decisione 


San Martino di Venezze (Ro) - Ceregnano e Villadose fanno la corte a San Martino di Venezze per la creazione di un unico Comune da 13mila abitanti. In questi mesi i due sindaci Ivan Dall’Ara per Ceregnano e Gino Alessio per Villadose, che stanno già lavorando da tempo sul progetto di fusione dei due comuni (LEGGI ARTICOLO), hanno invitato Vinicio Piasentini a fare una profonda riflessione per inserirsi e far parte del gruppo. 

“Abbiamo già fatto due incontri con tutti i consiglieri comunali, sia di maggioranza che di minoranza - afferma il sindaco Vinicio Piasentini -. Non vogliamo che sia una decisione presa in fretta”. 

Piasentini non nasconde come questa operazione di fusione abbia aspetti positivi, “il primo avere un maggior peso politico e maggiori entrate anche per i finanziamenti” sostiene Piasentini, ma anche qualche dubbio “poiché stiamo parlando di un processo che vede la fusione di tre territori ampi e distanti tra loro. Avere un unico grande Comune comunque non vorrebbe di certo far perdere la nostra identità, anzi tutt'altro. Ci sarebbe un municipio principale e poi le sedi staccate”. 

Entro fine mese il consiglio si pronuncerà sul progetto, nel frattempo Dall’Ara commenta positivamente questo possibile ingresso: “Io sono favorevolissimo, è sempre stato uno dei miei punti fondamentali tanto che, ricordo, se il referendum del 2019 dovesse avere un esito negativo da parte della cittadinanza io mi dimetterò da sindaco”. 

Attualmente i consigli comunali di Ceregnano e Villadose hanno approvato il piano di fattibilità (LEGGI ARTICOLO) e nel caso dovesse entrare San Martino questo cambierà. Entro il 2019 ci sarebbe poi il referendum e nel caso fosse positivo nell’anno successivo con la scadenza dell’elezione di Villadose si andrebbe al voto per il nuovo ente. 

 

 

 

10 aprile 2018
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018