INAUGURAZIONI ADRIA (ROVIGO) Il sindacato ha cambiato uffici nella città etrusca. Si è spostato in via Nino Cattozzo. Taglio del nastro con i vertici regionali e provinciali

La Uil si è trasferita al palazzo di vetro

Cooking Chef Academy 730x90
"Ci siamo spostati per agevolare la nostra utenza” spiega il componente della segreteria regionale Riccardo Dal Lago, che non esclude potranno essere ampliati i servizi di supporto ai lavoratori. La nuova sede è in via Cattozzo ad Adria


Adria (Ro) - È stata inaugurata la nuova sede della Uil di Adria che, dai locali di via Angeli vicino alla chiesa della Tomba, si è spostata al piano terra del Palazzo di vetro sotto la Tenenza della Guardia di Finanza di Adria con ingresso da via Nino Cattozzo

Per l’occasione erano presenti il componente della segreteria regionale veneta del sindacato Uil Riccardo Dal Lago, Fabio Osti segretario della sezione Pensionati Uil dell’area Rovigo Chioggia e Cavarzere, Mirko Bolognesi, segretario provinciale del settore Metalmeccanici, i volontari dell’associazione diritti anziani, Ada.


La benedizione della nuova sede è stata affidata a Monsignor Antonio Donà mentre il segretario Dal Lago ha sottolineato l’importanza degli sportelli di Adria: “Chi viene da noi chiede un aiuto, e come chi è in difficoltà deve ricevere accoglienza con competenza”. Il segretario Osti ha presentato i locali su una superficie di 90 metri quadrati, tutti ben riconoscibili dalle vetrofanie personalizzate con il logo Uil ed ha ricordato che viene offerto anche il servizio di Caf.

“Ci siamo spostati per agevolare la nostra utenza – commenta Dal Lago - sia in termini di visibilità dei nostri uffici, sia di comodità del parcheggio. Abbiamo una sede confortevole che ci consentirà di avere spazi più ampi e non escludo che potremmo anche ampliare i servizi offerti. Attualmente offriamo tutela direttamente in sede alle categorie degli edili, dei metalmeccanici ed artigiani, dei pensionati e dei dipendenti del settore scuola con 4 uffici separati e più postazioni disponibili, abbiamo l’attività di patronato e l’attività di Caf. Non escludo che a breve altre categorie potranno chiedere ospitalità nei nostri locali. Sul tavolo regionale è in piedi una idea di formulare servizi ad hoc per il cosiddetto popolo delle partita Iva, non escludo che potremo implementare i servizi offerti anche ad Adria, la voglia di crescere c’è e si vede”.
11 aprile 2018
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018