CALCIO SERIE D ADRIA (ROVIGO) Il match tra Adriese e Mantova, per il possibile aggancio ai playoff degli etruschi, termina a reti inviolate

Pari e patta nella sfida d’alta quota 

Adriese - Mantova: Marangon
Adriese - Mantova: Cioffi e Mattiazzi
Adriese - Mantova: i tifosi granara
Adriese - Mantova: prima del match premiati due tifosi speciali
Adriese - Mantova: Pagan
Adriese - Mantova: Ballarin
Adriese - Mantova: La rete annullata a Rosati
Adriese - Mantova: Pieno al Bettinazzi
Adriese - Mantova: mister Mattiazzi
Adriese - Mantova: Boscolo
Adriese - Mantova: Martino
Adriese - Mantova: Anostini
Adriese - Mantova: Motti tra i migliori in campo sbroglia più di una situazione
Adriese - Mantova: Nella ripresa dentro anche Santi, ma non è giornata
Adriese - Mantova: mister Cioffi
Adriese - Mantova: Adriese poco pungente
Adriese - Mantova: Nella ripresa spazio anche Guazzo (ex Rovigo e Parma)
Adriese - Mantova: per l'Adriese un po' di rammarico
Deltablues 2018

Il club del patron Scantamburlo sale a quota 50, e rimane distante tre lunghezze dal possibile sogno playoff. Pareggio senza troppe emozioni con il Mantova, premiati al Bettinazzi prima del match due longevi tifosi granata. Nella ripresa per i virgiliani ingresso in campo per Matteo Guazzo vecchia conoscenza dello storico Rovigo e del Parma.

Anche il Delta Porto Tolle pareggia, ma in trasferta 1-1 contro il Cjarlins Muzane 
leggi l'articolo sulla Serie D
leggi l'articolo sulla Promozione
leggi l'articolo sull'Eccellenza
leggi l'articolo sulla Prima cat.
leggi l'articolo sulla Seconda cat.
leggi l'articolo sulla Terza cat.


Adria (Ro) - Termina a reti inviolate, al Luigi Bettinazzi, il match tra Adriese e Mantova per il possibile aggancio playoff dei granata ai virgiliani. La prima occasione della sfida di domenic 15 aprile avviene al 5': traversone dalla destra di Rosati, lancio troppo lungo, il pallone termina sul fondo. Sei minuti più tardi i granata potrebbero sbloccare la partita: all'11' accelerazione sulla fascia destra di Marangon, conclusione del centravanti verso la porta, respinge in corner Lazarevs. Sul successivo calcio d'angolo, la palla arriva a Davide Boscolo, il difensore tocca di testa, respinge sulla linea Lazarevs, arriva Rosati, mette il pallone oltre la linea, ma l'attaccante é in posizione di fuorigioco. 

La risposta della formazione di Renato Cioffi arriva al 19': cross dalla fascia sinistra di Aldrovandi, devia sul fondo Nicola Boscolo. Dal calcio dalla bandierina, Palma tocca la sfera di testa, ma Motti mette fuori area. Marangon prova coi calci piazzati: al 21' il numero dieci granata calcia dalla trequarti, respinge Lazarevs. Sempre Marangon protagonista al 23': la punizione da distanza ravvicinata, esce di pochissimo. La gara entra nel vivo e le due rivali cercano di trovare la rete del vantaggio: al 29' prova dalla distanza Debeliuh, la palla termina fuori. Sul versante opposto Marangon calcia fuori area, Lazarevs trattiene tra le braccia. Al 32' Saporetti non inquadra lo specchio, mentre al 35' Carrasco riceve da Debeliuh, tira in porta, il pallone esce alto. Nei minuti finali della prima frazione, entrambe le formazioni premono per cercare l'1-0: al 40' angolo dalla sinistra di Pagan, arriva sul pallone Davide Boscolo, colpisce di testa, recupera Lazarevs, mentre al 43' Rosati parte in contropiede, serve Bellemo, calcia in porta, ma non centra il bersaglio

Nella ripresa, la prima chance é dei biancorossi, con l'intervento di Motti, che salva il risultato su Carrasco. Martino cerca la rete al 49': la palla esce dallo specchio. Marangon prova al 52' a trovare la rete della svolta, ma mette la palla sopra la traversa, mentre al 55' il centravanti calcia sul fondo. L'incontro inizia a diventare statico ed accadono poche azioni salienti, con le due squadre che giocano sulla trequarti, e che compiono diversi cambi, per cambiare l'inerzia della sfida. Dopo mezz'ora gli etruschi compaiono nuovamente in area avversaria, con Tescaro all'81 che non trova la mira giusta, mentre l'ultima chance é il corner dei lombardi al 90', rinviato fuori area da capitan Ballarin. Il match finisce dopo quattro minuti di recupero, senza altre manovre offensive, e grazie a questo pareggio il club del patron Scantamburlo sale a quota 50, e rimane distante tre lunghezze dal possibile sogno playoff.

Nella ripresa da segnalare l’ingresso in campo di Guazzo, ex Rovigo e Parma.

Andrea Rizzatello

Adriese - Mantova 0-0

Adriese: Motti, Anostini, Boscolo N, Boscolo D, Ballarin, Busetto, Pagan, Bellemo (32'st Chin), Rosati (21'st Santi) , Marangon, Martino (29'st Tescaro). A disposizione: Milan, Dall'Ara, Santi, Chin, Tescaro, Binetti, Incatasciato, Biston, Mancin. Allenatore: Gianluca Mattiazzi 

Mantova: Lavarevs, Palma, Debeliuh (41'st Barone), Saporetti (12'st Riccò), Aldovrandi, Franchini, Correa, Carrasco (24'st Omohonria), Raggio (12'st Aldovrandi), Bertozzini, Cascone. A disposizione: Salsano, Moi, Camarà, Barone, Ricci. Allenatore: Renato Cioffi  

Arbitro: Mattia Ubaldi di Roma
Assistenti: Castro di Livorno, Giuggioli di Grosseto

Ammoniti: Raggio (M), Santi (A)

Risultati 31 Giornata
Campionato Nazionale Serie D Girone C
Domenica 15 aprile 2018 ore 15

Adriese - Mantova 0-0
Ambrosiana VR - Liventina 6-1 
Cjarlins - Delta Porto Tolle 1-1 
Clodiense Chioggia - Calvi Noale 2-2  
Este - Campodarsego 0-2 
Montebelluna - Belluno 0-2 
Tamai - Abano 2-0
Union Feltre - Arzignano Chiampo 0-6
Virtus Vecomp - Legnago 1-0

Classifica: Virtus Vecomp 67, Campodarsego 65, Arzignano Valchiampo 60, Este 53, Mantova 53, Adriese 50, Union Feltre 48, Belluno 48, Legnago Salus 42, Delta Porto Tolle 40, Cjarlins Muzane 40, Clodiense 37, Ambrosiana 37, Tamai 33, Montebelluna 28, Liventina 25, Calvi Noale 25, Abano 16.

Prossimo Incontro 32 Giornata
Campionato Nazionale Serie D Girone C
Domenica 22 aprile 2018 ore 15 

Abano - Montebelluna
Arzignano Chiampo - Este
Belluno - Virtus Vecomp
Calvi Noale - Adriese 
Campodarsego - Tamai 
Delta Porto Tolle - Ambrosiana VR
Legnago - Cjarlins
Liventina - Clodiense Chioggia
Mantova - Union Feltre

 

 

15 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento