COMUNE CEREGNANO (ROVIGO) Il sindaco Ivan Dall’Ara risponde agli attacchi dei consiglieri di minoranza Andrea Baldo, Filippo Silvestri e Cinzia Dilavanzo in merito al suo operato 

Il primo cittadino: "Non risponderò mai più alle provocazioni" 

Animazione estiva Baseball Camp 2018
“La prossima volta trovino motivazioni che siano supportate da dati reali e non inventati” così il sindaco di Ceregnano risponde ai consiglieri di minoranza Andrea Baldo, Filippo Silvestri e Cinzia Dilavanzo i quali evidenziavano un immobilismo totale da parte dell’amministrazione 

Ceregnano (Ro) - Gli attacchi dei consiglieri Andrea Baldo e Filippo Silvestri (LEGGI ARTICOLO) e di Cinzia Dilavanzo (LEGGI ARTICOLO) relativi all’operato dell’amministrazione comunale sono arrivati al sindaco di Ceregnano Ivan Dall’Ara che ha deciso di rispondere prontamente ai tre. 

“Chi mi conosce sa che, da gentiluomo quale mi ritengo, ho sempre avuto nei riguardi dei miei interlocutori, un certo fair play, ancora di più nei riguardi della componente femminile - afferma -. Fair play che credo di aver sempre mantenuto anche nei riguardi della consigliera comunale di minoranza Cinzia Dilavanzo, mia competitor nelle ultime elezioni amministrative del maggio 2016.

Ma sottolineo ancora una volta che l’unico leitmotiv sul quale la signora insiste già da quando era iniziata la campagna elettorale consiste nel fatto che il sottoscritto è sindaco di Ceregnano e risiede a Villadose. Evidentemente non riesce darsi pace di questo fatto, anche se dovrebbe suggerirle una riflessione all’incontrario e chiedersi come mai Ceregnano ha stravotato me per la seconda volta, e non lei ‘indigena’ ceregnanese. Talmente ‘indigena’, che oltre a non essere molto conosciuta in paese, i primi a sganciarla subito dopo le elezioni siano stati, ironia della sorte, quelli del Pd, che convinti di aver tirato fuori il coniglio dal cilindro l’avevano candidata”.

Sulle questioni sollevate dai tre consiglieri i quali ritenevano che il bilancio di amministrazione del 2018 fosse improntato sull’immobilismo “non sto qui a ripetere ciò che è contenuto nella programmazione, - prosegue Dall’Ara - né a ricordare le infinite iniziative di carattere culturale, ricreativo e turistico che l’amministrazione da me guidata pone in essere da anni. Non sono solo ‘Il costina day’ che anche quest’anno verrà ripetuto il 2 giugno Festa della Repubblica, ma anche cinema, presentazione di libri, commedie, incontri, mostre, eventi musicali ecc., anche se la signora Dilavanzo unitamente ai suoi ex compagni di cordata si ostinano a non vedere o far finta di non vedere”. 
 
“Ad ogni buon conto, intendo chiudere definitivamente le sterili polemiche nei riguardi dell’ex trio di minoranza, e per quanto mi riguarda mai più risposte a provocazioni anche via social a chi cerca di farsi un po’ di pubblicità insultando o cercando di ridicolizzare il sottoscritto. - conclude - Posso capire che al trio di minoranza bruci ancora la débacle elettorale delle ultime elezioni amministrative e che il nemico da abbattere sia sempre e comunque Ivan Dall’Ara, ma almeno la prossima volta trovino motivazioni che siano supportate da dati reali e non inventati”.
16 aprile 2018
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo