COLDIRETTI ROVIGO La neo eletta imprenditrice Cecilia Barison di Lusia a scuola di leadership all’educational organizzato a Roma da Donne impresa Coldiretti 

Innovazione e creatività le parole chiave per l’agricoltura al femminile 

Cecilia Barison
Animazione estiva Baseball Camp 2018

“Esperienza positiva ed importante, abbiamo studiato da leader nel sistema economico e nella rappresentanza politica sindacale” queste le parole di Cecilia Barison, delegata del movimento femminile polesano di Donne impresa Coldiretti, che è stata a Roma per un educational 


Rovigo - Istruzione, food, welfare sono i settori ad alta concentrazione femminile in Italia. È quanto è emerso in apertura dell'educational organizzato a Roma da Donne impresa Coldiretti a cui ha partecipato la settimana scorsa anche Cecilia Barison, delegata del movimento femminile polesano, insieme alle altre dirigenti di Veneto, Molise, Sardegna, Campania e Abruzzo. Lo schieramento rosa di tutta la Penisola sta, infatti, affrontando lo stesso percorso rivolto alle nuove leve che si affacciano a ruoli di responsabilità nell’associazione. 

“Un’esperienza positiva ed importante – è stato il commento a caldo di Cecilia che, accompagnata dalla responsabile provinciale Lisa Cappellari, ha messo in pausa per qualche giorno l’attività aziendale e si è recata a Roma per il corso – confrontarsi con realtà anche molto diverse dalla propria, condividere successi e difficoltà che caratterizzano la quotidiana attività agricola aziendale è stato particolarmente interessante e stimolante”. 

Una formazione dedicata alle figure provinciali già nominate alla guida del movimento che in Coldiretti regionale rappresenta il 30% della base sociale composta da circa 80mila imprese. “Guidare il movimento femminile – ha sottolineato Cecilia – è una sfida doppia, perché significa mettere in pratica veramente la multifunzionalità. Noi donne imprenditrici ci dividiamo costantemente tra famiglia ed impresa, facendo di questa capacità un punto di forza”. Innovazione e creatività le parole chiave per distinguere l'agricoltura praticata dall'altra parte del cielo, ma soprattutto l'impegno nei confronti del servizio verso la società anche attraverso una partecipazione diretta e responsabile. La casistica delle aziende sedute in aula è l'espressione di una forza naturale che risponde alle esigenze della comunità di trovare cibo sano, ambiente curato e bellezza del paesaggio quali elementi di una campagna vissuta con operosità e nel rispetto dell'equilibro tra storia e modernità. “Il mio obiettivo sarà ora trasmettere quanto appreso e vissuto alle mie colleghe polesane – ha concluso Cecilia – le incontrerò nelle prossime settimane e condividerò tutto quello che ho imparato”.

 

24 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • La lattuga ti premia 

    EVENTI LUSIA (ROVIGO) “La lattuga in Polesine “ si è tenuto il primo concorso al Macfrut 2018. Lo studente premiato è Andrea Pattaro

  • Anche i pescatori possono fare carriera 

    COLDIRETTI ROVIGO Venerdì 18 maggio partono le lezioni a 150 pescatori per conseguire i titoli professionali marittimi

  • Il nuovo volto della generazione agricola 

    COLDIRETTI ROVIGO Cambio al vertice dell’associazione con l’elezione del nuovo presidente provinciale Carlo Salvan, 32 anni, di Costa di Rovigo, che ha convertito i suoi 25 ettari alla produzione biologica 

  • Resistere, pedalare, resistere

    25 APRILE LENDINARA (ROVIGO) Gita storico culturale della Fiab per la commemorazione della Liberazione passando per Lusia nel parco delle Rimembranze

  • I piccoli musicisti inaugurano l’estivo dell’Ortodidattico 

    INIZIATIVE LUSIA (ROVIGO) Mercoledì 25 aprile, alle ore 18, apertura del bar Verde con la scuola di musica Metodo Suzuki di Vescovana

  • Tanta paura per un trattore che si è ribaltato

    INCIDENTE SUL LAVORO VILLADOSE (ROVIGO) Il mezzo agricolo si è capovolto in via 25 aprile nel pomeriggio, l’autista ne aveva perso il controllo. Miracolosamente illeso il conducente che ha chiamato i soccorsi

  • ll bombardamento che distrusse mezzo paese

    20 APRILE 1945 LUSIA (ROVIGO) La commemorazione del bombardamento degli alleati che rase al suolo chiesa e castello Morosini e fece 74 morti. Giornata di riflessione per studenti e istituzioni

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo