CULTURA LENDINARA (ROVIGO) Il gruppo del Iis Primo Levi di Badia Polesine guidato da Goerg Sobbe sul palcoscenico del teatro Ballarin con “I fisici” di Dürrenmatt per la rassegna "Il Teatro siamo noi"

I giovani attori del Primo Levi alla grande prova teatrale 

Animazione estiva Baseball Camp 2018

Secondo appuntamento della rassegna “Il teatro siamo noi” domenica 29 aprile alle ore 21 al teatro Ballarin di Lendinara con il gruppo teatrale composto dagli studenti del Primo Levi di Badia Polesine che porteranno in scena per la prima volta la pièce di prosa di Friedrich Durrenmatt “I fisici”, che farà divertire e riflettere sulla contraddittorietà e complessità dell’uomo. La presentazione della rassegna il 13 aprile scorso (LEGGI ARTICOLO)


 

Lendinara (Ro) - Il gruppo teatrale dell’istituto Primo Levi di Badia Polesine sale sul palco del teatro Ballarin domenica 29 aprile alle ore 21. È il secondo appuntamento della rassegna “Il teatro siamo noi”, per la precisione della sezione “Il teatro Ballarin con le scuole”. La pièce di prosa è scritta dallo svizzero Friedrich Durrenmatt che si pone ne "I Fisici", questo il titolo messo in scena dagli studenti - attori per la regia di Georg Sobbe, uno dei dilemmi etici della scienza: e se le scoperte finiscono nelle mani sbagliate, ovvero di personaggi potenti che le usano per i loro scopi di dominio? Attraverso il paradosso nella commedia grottesca Dürrenmatt mette in evidenza come nel mondo reale ci si armi con il pretesto di voler garantire la pace e si costruiscono e si vendono armi di distruzione di massa per evitare lo sterminio. 75 minuti di teatro che fanno divertire e nello stesso tempo inducono a riflettere sulla contraddittorietà e complessità dell’uomo. Ad aumentare l’interesse c’è il gruppo teatrale del Primo Levi che porta in scena la pièce, al 14esimo spettacolo prodotto e che alla spalle conta ripetuti premi al festival Tra scuole e teatro del teatro don Bosco di Rovigo.

“Per i giovani attori dell'Istituto Primo Levi il testo è una sfida altissima, non tanto per lo spessore del tema, quanto per il gioco sottile tra normalità e follia, che sottende tutto lo spettacolo. Sperimentarlo in laboratorio è un esperienza pedagogica profonda, portarlo davanti agli spettatori è di gioco, play, theaterspiel” spiega il regista Sobbe. In scena ci sono Marco Arzenton, Lorenzo Arzenton, Mayura Bolzoni, Lodovico Bovo, Hajar Chakir, Anna Ferrari, Luca Ferrari, Fiamma Furia, Gabriella Grifo, Caterina Orlandini, Mattia Malfatto B., Samantha Pegoraro, Nicolò Salvadori, Edoardo Sarti, Letizia Tarandotti, Michael Martinelli.

“Il teatro Ballarin con le scuole” è la sezione della rassegna “Il teatro siamo noi” che si è posta l’obiettivo di coinvolgere e rendere protagonisti i giovani e giovanissimi nel fare e vedere il teatro, “La magia del teatro si apprezza facendo teatro e frequentandolo come spettatori - spiega Irene Lissandrin presidente del Comitato del teatro Ballarin che ha ideato e organizzato la rassegna assieme all’associazione teatrale La tartaruga - per questo abbiamo voluto offrire un palcoscenico di prestigio a quelli che riteniamo i migliori gruppi teatrali scolastici dei dintorni che possono così sperimentarsi e confrontarsi con un teatro vero; oltre che offrire spettacoli diversi tra loro e nello stesso tempo di spessore”. 

Le prossime compagnie teatrali scolastiche a rappresentare gli spettacoli della rassegna sono quelle dell’Istituto comprensivo Rovigo 2 il 19 maggio, della scuola media Goldoni di Ceregnano il 27 maggio, del liceo scientifico Paleocapa il 9 giugno. Lo spazio dedicato alla musica, nell’ambito de Il teatro Ballarin con le scuole, con lo spettacolo-concerto dei migliori allievi delle scuole medie ad indirizzo musicale della provincia del 10 maggio alle ore 20.30, ha trovato una nuova location: il teatro Balzan di Badia Polesine.

La seconda parte della rassegna “Il teatro siamo noi” si terrà in autunno e proporrà una serie di spettacoli per le famiglie, giovani e giovanissimi a cura di compagnie professionistiche tra le più prestigiose del Veneto. Un progetto in cui ha fermamente creduto il sindaco della città di Lendinara Luigi Viaro, la Regione Veneto, con il supporto di RovigoBanca e Rotary club Altopolesine.

L’ingresso agli spettacoli de “Il teatro Ballarin con le scuole” è sempre libero, gradita la prenotazione in biblioteca allo 0425 605667 venerdì dalle 15 alle 18 e sabato dalle 9.30 alle 12.30.

 

26 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo