EVENTI SCUOLA BADIA POLESINE (ROVIGO) Gita a Budapest dal 27 febbraio al 3 marzo per le classi quarte e quinte dell’Istituto Enzo Bari, dell’Ipsaa Trecenta e del Munari di Castelmassa 

Scoperto il fascino della Parigi dell’est

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

La gita a Budapest ha lasciato un segno ai ragazzi. Tanti i luoghi visitati insieme ai loro insegnanti



Badia Polesine (Ro) - Esperienza maestra oltre che memorabile, quella vissuta dagli studenti delle classi quarte e quinte dell’istituto Ipsia Enzo Bari in quel di Budapest.
Un viaggio d’istruzione al quale hanno compartecipato anche le classi quinte dell’istituto Ipsaa di Trecenta e del liceo artistico Bruno Munari di Castelmassa. Budapest capitale, é il cuore pulsante dell’Ungheria per quanto concerne la vita politica, economica, e culturale del Paese. Budapest città che trasuda storia di millenni, ha regalato agli studenti un'esperienza non, solo all'insegna del divertimento, ma soprattutto momenti culturali, artistici e di riflessione.


Tra i monumenti di maggior spicco, gli studenti hanno potuto visitare il parlamento di Budapes, attuale sede governativa. Dal punto di vista architettonico I’edificio é prevalentemente in stile neogotico, ma presenta anche influenze artistiche di periodi differenti. Un altro monumento che ha lasciato estasiati gli studenti é stata la Grande Sinagoga, principale luogo di culto ebraico di Budapest. All’esterno della sinagoga é presente il cimitero ebraico, al centro del quale c’è l’albero della vita di ferro, le cui foglie riportano i nomi dei martiri Ebrei. Inoltre sempre nel cortile c’è il memoriale dei giusti tra le nazioni, tra cui compare anche il nome di Giorgio Perlasca al quale venne riconosciuto il merito di aver sottratto migliaia di ebrei dalla deportazione durante la seconda guerra mondiale. 

Altri monumenti visitati dagli studenti sono stati la chiesa di Mattia che a suo tempo fu la sede di importanti incoronazioni; il bastione dei pescatori, il quale fungeva da faro per i viaggiatori che approdavano a Budapest; il castello di Buda; la basilica di Santo Stefano; la piazza degli eroi con le statue dei sette leader fondatori dell’Ungheria; castello Vajdahunyad. Uno dei momenti sicuramente più suggestivi ed emozionanti è stato il giro con il battello sul Danubio, dove si è potuta assaporare la magia di una città che nonostante il buio della notte sapeva brillare. Un ringraziamento speciale va ai docenti accompagnatori: Bellato, Boggiani, Bozzolan, Miletta, Di Pietro, Caruso, Panziera, Princivalle, Sivieri, Rumiatti, Albanese.

12 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ELEZIONI - Adria - Fratelli d'Italia Forza Adria