RUGBY ECCELLENZA La FemiCz Rovigo ha perfezionato l’ingaggio di Thorleif Halvorsen ex Mogliano, e di Gianmarco Vian cresciuto nel San Donà

Halvorsen e Vian ufficialmente rossoblù

Halvorsen e Vian
Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Un numero 8 che può giocare anche flanker, e una terza linea in più che potrebbe essere il preludio al trasferimento di Andrea De Marchi in casa Fiamme Oro. Il primo era già noto da tempo, il secondo è una mezza sorpresa. “Dema” sembrava destinato al Gs della Polizia di Stato dalla stagione 2019-2020, invece probabilmente ci entrerà subito

leggi l’articolo sul mercato della FemiCz Rovigo


 

Rovigo - Confermato l’ingaggio del sudafricano Thorleif “Thor” Halvorsen, classe 1988, 193 centimetri per 100 kg, è cresciuto nei Boland Cavaliers dove ha giocato fino al 2013, anno in cui si è trasferito a Mogliano dopo una breve parentesi nel 2007 ad Amsterdam con l'Ascrum RFC. È un flanker versatile, che può coprire tutti e tre i ruoli in terza linea, ed un ottimo ball carrier. Si contenderà la maglia numero 8 con capitan Matteo Ferro che potrebbe nell’eventualità scivolare in seconda linea. Bel colpo di mercato della FemiCz Rovigo che conferma le voci degli ultimi giorni. 

“Non vedo l’ora di iniziare questa nuova esperienza e sono contento di poter tornare in Italia – sono le parole di Thor Halvorsen – Rovigo è un Club con una storia importante e con una tifoseria appassionata, sono molto emozionato di poter vestire la maglia rossoblù”.

Sicuramente è una chiara indicazione di Umberto Casellato che con Joe McDonnell condivide la panchina dei Bersaglieri, Halvorsen ha giocato proprio a Mogliano dove il tecnico trevigiano ha vinto lo scudetto nel 2013.

Sorpresa dell’ultima ora è sicuramente Gianmarco Vian, attualmente impegnato con la Nazionale Italiana Seven. Non era tra i papabili nuovi bersaglieri, ma il giocatore nato e cresciuto a San Donà potrebbe essere un buon investimento. E’ stato chiamato in sostituzione di Andrea De Marchi che a giorni verrà ufficializzato alle Fiamme Oro. Doveva entrare nel Gs della Polizia di Stato tra un anno, ma sarà subito in cremisi.

Gianmarco Vian ha accumulato oltre 100 presenze dalla stagione 2013/14, dopo aver frequentato l’Accademia Federale di Tirrenia. Classe 1993, terza linea di 185 centimetri per 102 kg, ha vestito la maglia Azzurra nelle giovanili Under 17, Under 18 e Under 20 e dal 2014 è uno dei punti di riferimento dell’ItalSeven con cui ha giocato la World Series a Hong Kong e le varie tappe del Gran Prix 7s.

“Lascio il mio Club di origine per fare una nuova esperienza - Gianmarco Vian - che penso potrà aiutarmi a crescere ancora, sia come giocatore che come persona. Sono concentrato per la tappa a Mosca con la Nazionale Seven ma allo stesso tempo conto i giorni che mancano per iniziare la preparazione con la maglia rossoblù”.

 

 

15 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Grandi progressi per le rossoblù

    RUGBY SEVEN FEMMINILE COPPA ITALIA Nell’appuntamento di Rovigo le Ladies dell’Under 16 si mettono in luce. Perfetta l’organizzazione dell’evento

  • Meglio tardi che mai

    RUGBY ROVIGO Partiti i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza della tribuna Lanzoni dello stadio Battaglini. Priorità assoluta la messa in sicurezza e la sistemazione degli spogliatoi della Monti Junior 

  • Uno stile di vita

    RUGBY FRASSINELLE (ROVIGO) Impegnato con la moglie nel ruolo di educatore nella società dei Galletti, la ricetta di Diego Salvan

  • Vittoria rossoblù, domenica prossima match decisivo 

    RUGBY UNDER 18 Bel successo dell’Elite della FemiCz Rovigo che a Viadana vince 10-45 senza troppi problemi. Il Valsugana continua a correre e mantiene cinque punti di vantaggio sui polesani  

  • Brillante terzo posto

    RUGBY A SETTE L’Italseven dei nei rossoblù Antl e Vian, e con Massimo Cioffi già da un anno alla FemiCz Rovigo, sale sul podio di Mosca nella tappa del Grand Prix 7s

  • Famiglia di talenti

    RUGBY ROVIGO Alberto Moscardi nel 1988 c’era, e quella finale l’ha vinta. Trent’anni dopo, l’1 giugno, ci si ritroverà assieme a festeggiare in piazza

  • Petrarca Padova campione d’Italia

    RUGBY ECCELLENZA Il Petrarca Padova ha vinto la finale scudetto battendo il Calvisano 19-11. La squadra di Brunello ha dovuto fare i conti con le molte assenze

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo