POLITICA ROVIGO Il consigliere comunale della Lega Nord Fabio Benetti boccia l'ipotesi di un governo politico Salvini - Di Maio

“Assieme ai 5 stelle in pericolo l’autonomia del Veneto"

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Un vero e proprio tradimento nei confronti di tutti i militanti della Lega Nord secondo Fabio Benetti, consigliere comunale, che non ritiene opportuno un governo politico Lega – Movimento 5 stelle poiché “con questa alleanza salta l'autonomia”



Rovigo - “No. Senza ripensamenti. No e ancora no ad un governo politico Lega – Movimento 5 stelle”. A bocciare l'ipotesi della coalizione tra i pentastellati ed il leader del Carroccio Matteo Salvini che, a livello nazionale, sembra ormai cosa fatta, salvo individuare il nome di un incaricato premier condiviso, è il consigliere comunale della Lega Nord di Rovigo Fabio Benetti, re delle preferenze alle elezioni amministrative del capoluogo nel 2015.

Diverse le ragioni che portano il consigliere comunale Benetti ad opporsi al “patto” tra i due leader, Luigi Di Maio per i 5 Stelle e Salvini per la Lega, che li veda insieme al Governo del Paese: “Da esponente della Lega Nord che crede profondamente nei principi alla base del Movimento, vivo questa svolta come un vero e proprio tradimento nei confronti miei e di tutti i militanti che come me credono nel federalismo e nell'autonomia – spiega – E sono certo che tanti elettori della Lega e più in generale del centrodestra, se gli si fosse prospettato questo scenario alla vigilia del voto di marzo, ci avrebbero pensato prima di dare fiducia alla Lega”.

Non usa mezzi termini, dunque, il consigliere rodigino che non si ferma all'analisi delle vicende post elezioni politiche ma va oltre focalizzandosi anche sulla “metamorfosi” della Lega Nord iniziata con il congresso federale di un anno fa. “Sono altrettanto convinto – sottolinea – che se i militanti del mio partito avessero anche solo immaginato la svolta attuale, con Salvini pronto ad una coalizione con Di Maio ed il Movimento 5 stelle, in tanti avrebbero optato per la proposta di Gianni Fava, sfidante di Salvini al congresso. Ed è proprio per questo che tengo a ribadire la fiducia che ho riposto, ora come allora, in Gianni Fava e nella sua visione del Movimento Lega Nord, un partito saldamente radicato nel territorio; il Nord, con tutte le caratteristiche e le peculiarità che da sempre lo contraddistinguono”.

Il consigliere Benetti conclude quindi il suo intervento con un appello ai militanti: “Sabato 19 e domenica 20 maggio ci saranno nelle piazze i gazebo della Lega per ‘ascoltare' i militanti e farli esprimere sulla proposta di governo in auge. Ecco, a quei gazebo invito i militanti leghisti come me a bocciare la soluzione Lega-Movimento 5 stelle che non solo è distante anni luce dal 'sentire' legista ma rischia di vanificare e mandare in soffitta tutto il lavoro che finora è stato fatto per l'autonomia del Veneto e della Lombardia. Insomma, prima il Nord, sempre e comunque”.

17 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo